Seguici su InstagramSeguici su FacebookSeguici su Pinterest

Come raggiungere Spinalonga: cosa vedere nell’isola lebbrosario

Scopri con noi i migliori alloggi su Booking, l'assicurazione di viaggio Heymondo, le offerte più convenienti con Skyscanner e Omio oppure le attività più divertenti con Civitatis o Sightseeing Pass che puoi vivere qui: Grecia. Clicca qui sotto per aprire le proposte dei nostri partner incluso il 10% di sconto per l'assicuazione Heymondo. Per un viaggio senza sorprese e indimenticabile!

Durante il nostro mese abbondante a Creta, abbiamo avuto la grande fortuna di visitare un’isola nascosta e misteriosa che si trova nel mare di Creta. Ovviamente, stiamo parlando di Spinalonga. In questo articolo ti raccontiamo come raggiungere Spinalonga e cosa vedere sull’isola, considerata da tutti una perla del Mediterraneo. Oltre a dirti come raggiungere Spinalonga, ti raccontiamo anche: la storia dell’isola, dove dormire a Spinalonga, alcune dritte su visite guidate e, soprattutto, come non essere spennato quando si visita l’isola.

Storia di Spinalonga: un’isola diversa dalle altre

come raggiungere l'isola di Spinalonga
Come raggiungere l’isola di Spinalonga: parti da Plaka!
Storia di Spinalonga
La stratificazione storica è ben evidente a Spinalonga
Spinalonga da Plaka
Bagno a Plaka con vista sull’isola di Spinalonga

Spinalonga è nota principalmente per l’antico lebbrosario che si trovava proprio qui sull’isola. In realtà, però, la storia di questa isola particolare è ben più antica…

Nel corso dei secoli, l’isola è stata contesa da diverse civiltà, tra cui i Veneziani e gli Ottomani, a causa della sua posizione strategica nel Mar Egeo. Nel 1579, i veneziani decidono di costruire una fortezza dell’isola di Spinalonga per proteggere la baia di Mirabello e la città di Elounda. Quello che rese l’isola appetibile è sicuramente la sua posizione isolata, ma comunque strategica.

Rispetto ad altri parti di Creta, che caddero in mano degli Ottomanni già nel 1669, l’isola di Spinalonga venne conquistata solo 46 anni dopo. In quegli anni, rappresentò un rifugio importantissimo per tutti i Cristiani che vivevano sull’isola. Nel 1715, però, anche Spinalonga cadde sotto il dominio Ottomano e con il loro arrivo la configurazione dell’isola cambia notevolmente. Come nel caso di Venezia, durante il dominio ottomano Spinalonga era principalmente un avamposto strategico. Quello che fecero gli Ottomani è principalmente rafforzare maggiormente la struttura difensiva dell’isola.

Come abbiamo detto all’inizio di questo articolo, la fama è principalmente legata principalmente al periodo compreso tra il 1903 e il 1957, ovvero quando la fortezza si trasforma in colonia per i lebbrosi. In quel periodo, come in tante parti del mondo, chi aveva la lebbra doveva essere isolato per evitare la diffusione della malattia. Il governo attuale decise di spostare i malati sull’isola.

Le condizioni di vita erano estremamente difficili e quella di Spinalonga è indubbiamente un capitolo toccante nella storia della lotta contro la lebbra. La qualità della vita migliora decisamente con l’arrivo di un paziente: Epaminondas Remoundakis. Epaminondas era uno studente di legge 21enne che si è battuto con coraggio per aver accesso a migliori cure mediche. Insieme ad altri pazienti, lotta ed ottiene i giusti diritti. Finalmente, sull’isola di Spinalonga, i pazienti vengono trattati come esseri umani.

Nel 1948, viene identificata una cura alla lebbra e nel 1957 l’ultimo paziente lascia l’isola per sempre. In tutto, sull’isola di Spinalonga hanno vissuto 1000 paziente. Quello di Spinalonga viene considerato l’ultimo lebbrosario a chiudere in Europa. In seguito alla sua chiusura, l’isola è stata abbandonata e oggi è una meta turistica che attira visitatori interessati alla sua storia, lunga e variegata. Parte della fama è legata anche al libro di Victoria Hislop, L’Isola, ambientato proprio qui.

Come raggiungere Spinalonga: il nostro consiglio per risparmiare

Spinalonga si può raggiungere in traghetto da 3 città che si trovano a nord della regione di Lasithi: Elounda, Agios Nikolaos e Plaka.

La città più vicina all’isola di Spinalonga è senza dubbio Plaka (10 min di traversata nel mar mediterraneo). Proprio per questo motivo, i costi per raggiungere Spinalonga da Plaka sono parecchio più convenienti. Se viaggiate con Plaka Boat Cooperative, il prezzo del biglietto è di 10 euro andata e ritorno (si arriva quasi al doppio se si parte da Agios Nikolaos). Le barche partono ogni 30 minuti.

Guida alla visita di Spinalonga: alcune informazioni pratiche

Una volta arrivati a Spinalonga dovrete fare la fila per prendere il biglietto per visitare la parte interna della fortezza, che si estende praticamente su tutta l’isola (rimangono fuori solo il punto vendita ed il bar). La fila spesso è lunga e non c’è ancora la possibilità di acquistare il biglietto online (costo del biglietto, 8 euro). Proprio per questo motivo, ti consigliamo di venire a Spinalonga il più presto possibile. In questo modo eviterai anche un po’ di folla.

Una volta entrati nella fortezza, troverete oggetti appartenuti ai lebbrosi. Il percorso di visita è ricco di pannelli informativi che raccontano la storia dell’isola e di come è cambiata nel corso dei secoli. Abbiamo trovato molto interessante la parte relativa allo stile di vita che avevano i pazienti affetti da lebbra (scopriamo, ad esempio, che il sabato sera si ballava e spesso nascevano nuovi amori).

Benché sia un’isola – con un mare a dir poco notevole – non trovai nessuno che si fa il bagno. Consideralo quindi come un museo a cielo aperto, un luogo dove poter imparare nel rispetto della sua storia travagliata. Nel caso cercaste refrigerio, potete farvi un tuffo a Plaka con tanto di vista sull’isola di Spinalonga. Nei mesi di luglio ed agosto è davvero un toccasana.

Se, al contrario, hai poco tempo a disposizione, ti consigliamo di dare un’occhiata a questa escursione di Civitatis con partenza da Malia. Oltre a Spinalonga, potrai vedere Malia, Kritsa (uno dei villaggi più antichi e graziosi di Creta), la chiesa di Panagia Kera, Agios Nikolaos, Elounda e Plaka. Se cerchi qualcosa di più economico, segnaliamo questa escursione di Civitatis a 35 euro che ti permette di fare una visita guidata sia a Agios Nikolaos che all’isola di Spinalonga.

Cosa non fare a Spinalonga: occhio ai prezzi!

Abbiamo parlato di come raggiungere Spinalonga, ti abbiamo parlato della storia di Spinalonga e dato qualche informazione pratica… ma c’è qualcosa da non fare? In realtà sì. Sull’isola troverai un unico bar, ma ha dei prezzi a dir poco salati (davvero, non abbiamo mai visto una cosa del genere)! Portati quindi tutto l’occorrente (acqua, crema solare, cappellino…). Se proprio vuoi andare al bar, vacci solo per un motivo: salutare il simpatico cagnolone dei proprietari. È davvero dolcissimo e pronto a farsi coccolare da tutti i visitatori!

Dove dormire per raggiungere facilmente Spinalonga, alcuni consigli

Dopo averti raccontato come raggiungere Spinalonga, vale la pena soffermarsi un po’ su dove dormire per vedere Spinalonga. Sull’isola non si può dormire, ma ci sono tre posti che rendono la gita a Spinalonga più confortevole e facilmente raggiungibile. Come abbiamo detto varie volte, Creta è un’isola enorme, la quinta del Mediterraneo. È bene quindi avere un ”approccio nomade” quando si visita l’isola. Quindi le città più comode per visitare Spinalonga sono Elounda, Plaka e Agios Nikolaos, proprio le città da dove parte il traghetto per Spinalonga.

 

Noi ti consigliamo di soggiornare a Agios Nikolaos, la capitale della regione di Lasithi. Noi nello specifico, abbiamo alloggiato al Bellevue Apartments, un hotel carino (con tanto di piscina) a due passi dal centro storico. La città è grande e deliziosa, con un iconico lago salato che si trova nel centro città ed attaccato al Mar Mediterraneo. Ne puoi scoprire di più qui. Da Agios Nikolaos, Plaka (da dove puoi prendere il traghetto per l’isola di Spinalonga) è raggiungibile in meno di 27 minuti di auto. In alternativa, puoi prendere un taxi.

Altri alloggi consigliati ad Agios Nikolaos:

  • Amare Studios, la posizione è ottima, soprattutto se si vuole un posto un po’ più tranquillo – a soli 20 minuti, si arriva facilmente in città. Buoni ristoranti e spiagge nelle vicinanze. L’alloggio è praticamente nuovissimo e ben progettato con una vista meravigliosa. I padroni di casa sono fantastici ed è facile comunicarci;
  • MOD 15 City Centre, l’appartamento è bellissimo. Strutture e posizione eccezionali. La strada in sé è molto tranquilla, a 2 o 3 minuti a piedi dal centro. Spiagge, ristoranti bar e negozi a due passi;
  • Hotel Port 7 – Boutique Collection, hotel stupendo, letto comodissimo, posizione ottima e vicino ai negozi/taverne, parcheggio libero nell’immediatezza, colazione/aperitivi con prodotti locali e di ottima qualità.

Se vuoi vedere un’altra zona dell’isola ti consigliamo di dare un’occhiata alla nostra raccolta di articoli su Creta e nello specifico al nostro articolo su dove dormire a Creta.

Scopri con noi i migliori alloggi su Booking, l'assicurazione di viaggio Heymondo, le offerte più convenienti con Skyscanner e Omio oppure le attività più divertenti con Civitatis o Sightseeing Pass che puoi vivere qui: Grecia. Clicca qui sotto per aprire le proposte dei nostri partner incluso il 10% di sconto per l'assicuazione Heymondo. Per un viaggio senza sorprese e indimenticabile!

Hesitant Explorers

Lascia il primo commento