Cosa fare a Formentera: giornata in bicicletta fra spiagge paradisiache

Indice

Condividi il post!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

Dopo 3 giorni ad Ibiza, abbiamo deciso di andare a Formentera in giornata. L’isola è molto diversa da Ibiza, per certi più tranquilla e raccolta. Ma ci sono anche dei punti in comune, come ad esempio l’attenzione all’ambiente e all’ecosostenibilità. Proprio per questo abbiamo deciso di affittare due bici e goderci gli innumerevoli sentieri dedicate alle bici (sono tantissimi e hanno un panorama da capogiro). Malgrado Alessio si sia un po’ lamentato dei vari sali e scendi, è un’esperienza che consigliamo di fare. Tra l’altro non si pagano molti degli ingressi alle spiagge (cosa che si fa invece con i motorini e le macchine). Ovviamente dovete circoscrivere l’itinerario a poche zone, come abbiamo fatto noi. 

Cosa fare a Formentera: stabilire un itinerario

Informazioni generali

Prima ancora di stabilire l’itinerario per Formentera, bisogna prendere il traghetto per l’isola che parte frequentemente dal porto di Ibiza (Formentera non ha un aeroporto, essendo abbastanza piccola). Noi abbiamo preso un traghetto con Mediterránea Pitiusa. Un biglietto andata/ritorno in giornata costa decisamente meno (abbiamo pagato poco meno di 30€).  Un altro modo per risparmiare sul traghetto è iscriversi al gruppo Facebook Sei di Formentera Se…Since 2014. Lì troverete numerosi sconti per i traghetti (20% circa) e per il noleggio delle bici. A proposito di bici, non appena arrivati al porto di Formentera, abbiamo noleggiato una bici pagandola 8€/giorno. Ci sono 3 piccoli noleggi di bici ed i prezzi sono sempre gli stessi. 

Itinerario per bici

Partiti da La Savina abbiamo scelto rapidamente l’itinerario. Non volendo pedalare troppo (o meglio uno di noi non voleva farlo), decidiamo di percorrere un percorso più breve (anche per goderci le spiagge cristalline). Formentera è piena di percorsi per biciclette, chiamati (sulle cartine sono segnalate in verde). Noi ne abbiamo percorsi tre: Camí de des illetes, Camí de des vinyes, Camí de Porto Salè. Entrambi i cammini erano totalmente immersi nella natura. Potete cliccare sulla cartina per vedere meglio il nostro itinerario.

Cosa fare a Formentera: 4 tappe da seguire

Platja de ses Illetes

Inizio col botto a Formentera, andando in una delle spiagge più famose dell’isola. Il percorso ciclabile per raggiungere Ses Illetes, la Platja de LLevant, Punta d’Es Pas e la Penisola del Trucador (insomma tutta la punta dell’isola) è davvero mozzafiato. 

Noi decidiamo di fermarsi a Ses Illetes dove Alessio ha fatto il primo bagno della stagione (io invece lo avevo già fatto ad Ibiza). Da lì ci siamo diretti verso la Punta D’Es Pas. Il mare di Ses Illetes non ha nulla da invidiare al mare dei caraibi. Insomma, un posto perfetto per sonnecchiare e rilassarsi.

Platja de ses Canyes

Decidiamo (a malincuore) di lasciare Ses Illetes e cominciare a pedalare percorrendo buona parte dell’Estany Pudent (il laghetto). Ci fermiamo giusto il tempo di un bocadillo jamón y tomate ed una birra per poi arrivare nella zona di Platja de Ses Canyes.

Cosa fare a Formentera: spiaggia

La zona della spiaggia di Ses Canyes è piena zeppa di calette, dove potete vedere delle casette per pescatori diroccate. Dopo un altro po’ di ozio e di un altro bagnetto siamo saliti sul nostro bolide, direzione Sant Francesc Xavier, il capoluogo di Formentera.

Cosa fare a Formentera - Porticciolo Barca Spiaggia Mare Formentera
Sant Francesc Xavier

Per arrivare dalla Platja de Ses Canyes a Sant Francesc Xavier abbiamo percorso il lussureggiante Camí de S’Estany. Quando si visita un capoluogo si viene sempre a contatto con la storia del luogo. Ed è lo stesso per Formentera. L’isola fu disabitata dal XIII secolo al 1697 a causa delle frequenti incursioni dei pirati (come Ibiza d’altronde). Durante il Franchismo, a Formentera vennero deportati i prigionieri politici. Molti dei quali rimasero sull’isola. 

Sant Francesc è pieno di localini deliziosi, nonché l’Església de Sant Xavier (in foto).  La cittadini è davvero minuscola, ma molto grazioso. Ci si immagina facilmente come sia vivere qui, in questa placida isoletta.

La Savina

Il nostro tour in bicicletta si è concluso con La Savina, proprio come è iniziato. Se andate in alta stagione (ma anche a Maggio), dovete arrivare al porto almeno 20 minuti prima, sennò rischierete di rimanere a Formentera (va bene, c’è di peggio nella vita, ma magari avete altri programmi). Alla Savina ci siamo mangiati un gelato, dirigendoci nella nostra ultima caletta (alla Beso Beach Formentera).

Condividi il post!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Stats Blog
0
Visualizzazioni
0 k
Impressions
0 %
CTR media
0
Utenti
0 %
Ricerca organica
Stats Instagram
0
Followers
0 k
Impressions
0 %
Engagement

* periodo Luglio 2020

Consigliati

Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per assicurarti la migliore esperienza nel sito e per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per saperne di più ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Privacy & Cookie Policy.