Seguici su InstagramSeguici su FacebookSeguici su Pinterest

Cosa vedere a Iraklio: 8 tappe ricche di storia

Scopri con noi i migliori alloggi su Booking, l'assicurazione di viaggio Heymondo, le offerte più convenienti con Skyscanner e Omio oppure le attività più divertenti con Civitatis o Sightseeing Pass che puoi vivere qui: Grecia. Clicca qui sotto per aprire le proposte dei nostri partner incluso il 10% di sconto per l'assicuazione Heymondo. Per un viaggio senza sorprese e indimenticabile!

La regione di Iraklio, una delle 4 regioni di Creta insieme a Chania, Rethymno e Lasithi, è perfetta se cerchi il mix perfetto tra storia ed enogastronomia. Qui si trovano 3 dei 4 complessi palaziali minoici di Creta (Cnosso, Festo e Malia) e Gortina, l’antica capitale romana di Creta e Cirene. Ma Iraklio è anche la capitale del vino cretese, che qui si produce da circa 4000 anni. Quindi cosa vedere a Iraklio? Ti portiamo in un viaggio di 8 tappe per scoprire una delle nostre regioni preferite dell’isola.

1. La città di Iraklio – capoluogo dell’isola di Creta

La cosa che ci è piaciuta di più di Iraklio – il capoluogo di Creta – è una lunga passeggiata sul lungomare al tramonto. Questo ci ha permesso di immergerci nella vivace atmosfera della città, con anziani che scambiano chiacchiere, giovani che organizzano eventi come il Pride e antiche rovine minoiche e romane che fanno da sfondo.

Raggiungiamo la suggestiva fortezza veneziana proprio mentre il cielo si tinge di arancione. Iraklio possiede il fascino delle grandi città in declino, un’area che emana un’atmosfera stranamente romantica. Dopo una passeggiata lungo il lungomare, ci addentriamo nelle vie più centrali della città, passando per la Fontana di Morosini e altri monumenti che testimoniano il passaggio dei Veneziani.

La mattina seguente, ci svegliamo e ci dirigiamo verso il Museo Archeologico di Iraklio, il secondo più importante del paese dopo quello di Atene. Il museo offre un viaggio emozionante attraverso 5000 anni di storia di Creta, considerata la culla della civiltà europea. Al suo interno, potrete ammirare statue e reperti provenienti dai palazzi di Cnosso e Festo, tra cui spiccano la testa taurina, le dee dei serpenti, il pendente d’oro con api e l’elmo decorato con zanne di cinghiale. Tra gli affreschi restaurati in modo controverso dall’archeologo britannico Evans, non potete perdervi le famose donne in blu e la Parisienne.

Di seguito le esperienze che ti consigliamo dai nostri partner:

Se cerchi un po’ di refrigerio dal caldo torrido ti consigliamo la spiaggia di Karteros o all’Arene Beach, che, sebbene non siano le più belle sono facilmente raggiungibili dal capoluogo di Creta.

Se cerchi un posto su dove mangiare a Iraklio ti vogliamo consigliare due posti:

  • To Kamaraki – ottimo gyros alla Cipro Style
  • Rakoumel – posticino romantico gestito da un bravissimo giovane chef
un mese a creta iraklio
Cosa vedere a Iraklio: il lungomare del capoluogo
Un mese a Creta Palazzo di Cnosso
Il palazzo di Cnosso ed il suo discutibile restauro
Archanes un mese a Creta
Il paesino di Archanes, capitale vitivinicola dell’isola

2. Cosa vedere a Iraklio: il Palazzo di Cnosso

Se vuoi visitare il Palazzo di Cnosso, ti consigliamo di fare un biglietto cumulativo e visitare anche il museo archeologico di Iraklio (costo totale 20€ – l’ingresso può essere fatto entro tre giorni dalla prima visita). Ti consigliamo di iniziare una visita di almeno due ore al museo archeologico, sia per comprendere meglio il controverso restauro che per immergerci completamente nell’atmosfera della civiltà minoica.

I primi scavi furono condotti da Minos Kalokairinos, archeologo e commerciante di Iraklio, che nel 1878 scoprì due magazzini del palazzo. Tuttavia, essendo i terreni di proprietà turca, le sue ricerche furono interrotte. Dopo numerosi tentativi, nel 1900 l’archeologo Arthur Evans (noto per il restauro degli affreschi) riuscì ad acquistare il terreno e avviò gli scavi.

I monumenti scoperti necessitavano di restauro e Adams decise di restaurarli in modo che assomigliassero il più possibile alla realtà, utilizzando materiali che non appartenevano all’epoca minoica, come il cemento armato. Tutt’oggi, il suo approccio al restauro è ampiamente dibattuto e criticato. Molti accusano Adams di aver usato troppa fantasia o di aver esagerato, ma è indubbio che gran parte di ciò che sappiamo sulla civiltà minoica derivi dai suoi sforzi.

Puoi approfondire la storia sul Palazzo di Cnosso sempre nel nostro blog. All’interno troverai anche alcune info pratiche.

Nel caso volessi prenotare un tour organizzato, ti lasciamo di seguito i link affiliati dei nostri partner:

3. Archanes e regione vinicola di Creta

Archanes è una piccola cittadina dell’entroterra della regione di Iraklio, famosa per la sua cultura vitivinicola che risale all’epoca minoica rendendo Creta uno dei più antichi produttori di vino al mondo (il primato però spetta alla Georgia). Se vuoi visitare la zona del vino cretese ti consigliamo di soggiornare a Casa Tradizionale Eirini, una casa tradizionale e curata nei minimi dettagli.

Oltre al vino, ad Archanes troverete casette colorate, tanti gattini e la residenza estiva del palazzo di Cnosso. Ancora oggi, d’estate le temperature sono piuttosto piacevoli, rendendola una meta perfetta per chi è alla ricerca di refrigerio.

Powered by GetYourGuide

Oltre ad Archanes, ti consigliamo di visitare:

  • Myrtia, un villaggio delizioso luogo di nascita dello scrittore Nikos Kazantzakis, autore di “Zorba il Greco”
  • Monte Juktas per avere una vista 360 gradi sulla regione di Iraklio (costa a costa)
  • Peza, la seconda capitale del vino cretese
  • L’impressionante acquedotto veneziano straordinariamente conservato

Per mangiare nei dintorni ti consigliamo:

E per bere?

  • Cantina Digenakis per una degustazione in una cantina nuova
  • Winery Stilianou, una cantina antichissima arrivata alla quinta generazione di vinaioli. La miglior degustazione del nostro viaggio!
  • Solo Brewery se siete stanchi del vino, questo microbirrificio fondato da giovani locali insieme a un mastro birraio norvegese fa al caso vostro.
  • Bakaliko ad Archanes. È il posto perfetto se avete poco tempo e volete provare diversi vini dell’isola. Qui li troverete tutti! Si può anche mangiare cucina tradizionale cretese

Se vuoi approfondire la zona vitivinicola di Creta o pianificare un weekend (ancora meglio se fuori stagione) ad Archanes e dintorni, abbiamo scritto un articolo specifico che ti potrà essere utile.

4. Cosa vedere a Iraklio: sito archeologico di Gortina

Gortina, una città storica di Creta, passò sotto il dominio dei Romani nel 67 a.C., segnando l’inizio di un periodo di grande significato per l’intera regione di Iraklio. La città divenne rapidamente un punto focale cruciale per l’Impero Romano, assumendo il ruolo di capitale di Creta e Cirene, l’odierna Libia. La sua crescita fu veloce ed esplosiva, tanto che la popolazione superò presto i 100.000 abitanti, rendendo Gortina una delle città più popolose del periodo romano.

Ma Gortina era importante anche prima dell’arrivo dei romani. Proprio qui, nel VI secolo a.C. vennero stipulate le famose Leggi di Gortina, che disciplinavano una vasta gamma di questioni legali, tra cui matrimoni, trasferimenti di proprietà, eredità e persino divorzi. Queste leggi testimoniano non solo l’antica e sofisticata giurisprudenza cretese, ma anche l’importanza politica ed economica che Gortina rivestiva nell’antichità.

La storia di Gortina è anche legata a una leggenda della mitologia greca: si narra che all’interno della città crescesse un maestoso platano, che fu il luogo degli amori tra Europa e Zeus. Non lo diciamo a nessuno, ma Gortina è probabilmente il sito archeologico di Creta che più ci è piaciuto.

cosa vedere a Iraklio Gortina
Le leggi di Gortina ancora ben visibili
cosa vedere a Iraklio
Cosa vedere a Iraklio: Matala

5. Matala, sulle orme degli hippy

Matala era una famosa località hippy negli anni ’60 e ’70 quando giovani da tutta Europa passavano le estati dormendo nelle numerose grotte che costellano la bella spiaggia di Matala. Ti consigliamo di visitare Matala di sera quando si svuota dai turisti mordi e fuggi. È proprio questo il momento in cui potrai respirare la magia hippy della città. Quest’atmosfera si ritrova anche al Mad Irie dove potrete consumare pasti vegani e vegetariani.

Noi però ti consigliamo la spiaggia di Komos, una lunga spiaggia con un mare fresco e l’acqua cristallina. Ottima anche per vedere un bellissimo tramonto sul Mar Libico. Se invece vieni per pranzo, puoi pranzare anche allo storico Bunga bunga dove potete chiedere un piatto di pappardelle con spinaci, anthotyros (un formaggio locale), una cremina vegetale e aneto.

6. Cosa vedere a Iraklio: Palazzo di Festo

Festo costituisce il secondo complesso palaziale più importante della Creta minoica (dopo Cnosso). Al suo interno, si trova il teatro più antico d’Europa, incredibilmente ben conservato, e le stanze della Regina.

Il cortile centrale rappresentava il fulcro della vita nel palazzo. Gli studiosi suggeriscono che il palazzo fosse accessibile alla maggior parte degli abitanti della regione, non solo all’élite, consentendo loro di partecipare a vari spettacoli. Il palazzo di Festo è affascinante e meno frequentato rispetto al vicino Cnosso, con interventi di restauro presumibilmente meno invasivi. Durante la nostra visita, abbiamo osservato con interesse un gruppo di archeologi italiani entusiasti per la scoperta di una lastra pavimentale mentre lavoravano.

cosa vedere a Iraklio Festo
Cosa vedere a Iraklio: il complesso palaziale di Festo
cosa vedere a Iraklio Afrathias
Spiaggia deserta nella regione di Iraklio: Afrathias

7. Spiaggia di Afrathias è una cosa da vedere a Iraklio

Nelle vicinanze di Matala,si trova un piccolo tesoro nascosto: la spiaggia di Afrathias. Questo luogo appartato, poco frequentato, vanta una splendida spiaggia di ciottoli e acque cristalline, offrendo un rifugio ideale se cerchi tranquillità e solitudine. Lungo la spiaggia, ci sono alcuni ombrelloni sparsi in diverse aree, dove è possibile distendersi su un asciugamano e godere dell’ombra senza costi aggiuntivi. È importante fare attenzione alle uova di tartaruga, segnalate dalle autorità locali.

Qui puoi leggere le nostre 15 spiagge preferite di Creta (spoiler: Afrathias è una di queste).

8. Cosa vedere a Iraklio: complesso palaziale di Malia

Torniamo a nord di Iraklio e più precisamente andiamo a Malia, è uno dei più significativi della civiltà minoica sull’isola. Scoperto nel 1915 da Arthur Evans, il complesso palaziale risale al periodo neopalaziale minoico ed è stato soggetto a continue indagini che hanno portato alla luce una vasta gamma di reperti e strutture.

Sebbene più piccolo rispetto a Cnosso o Festo, il palazzo di Mallia rivela comunque l’organizzazione complessa e l’importanza politica ed economica della civiltà minoica. Le sue sale, cortili e corridoi mostrano una pianificazione architettonica avanzata, con decorazioni murali, colonne e affreschi che testimoniano l’arte e la cultura sofisticate dell’epoca. Inoltre, sono stati ritrovati numerosi oggetti di uso quotidiano, strumenti, ceramiche e gioielli, che forniscono preziose informazioni sulla vita quotidiana, sulle attività economiche e sulle pratiche rituali dei suoi abitanti.

Scopri con noi i migliori alloggi su Booking, l'assicurazione di viaggio Heymondo, le offerte più convenienti con Skyscanner e Omio oppure le attività più divertenti con Civitatis o Sightseeing Pass che puoi vivere qui: Grecia. Clicca qui sotto per aprire le proposte dei nostri partner incluso il 10% di sconto per l'assicuazione Heymondo. Per un viaggio senza sorprese e indimenticabile!

Hesitant Explorers

Lascia il primo commento