Seguici su InstagramSeguici su FacebookSeguici su Pinterest

Cosa vedere a Maiorca in 3 giorni: weekend lungo senza auto

Scopri con noi i migliori alloggi su Booking, l'assicurazione di viaggio Heymondo, le offerte più convenienti con Skyscanner e Omio oppure le attività più divertenti con Civitatis o Sightseeing Pass che puoi vivere qui: Spagna. Clicca qui sotto per aprire le proposte dei nostri partner incluso il 10% di sconto per l'assicuazione Heymondo. Per un viaggio senza sorprese e indimenticabile!

Maiorca offre spiagge pazzesche, paesini cristallizzati nel tempo ed un capoluogo frizzante, la città di Palma. Ti parleremo di come muoversi a Maiorca senza noleggiare un’automobile, ma prendendo gli autobus. Una soluzione decisamente più low-cost per il tuo viaggio a Maiorca, soprattutto se decidere di non viaggiare in alta stagione. Cosa aspetti a partire? Scopriamo cosa vedere a Maiorca, spostandoti  lungo la costa e nell’entroterra. Nel paragrafo sotto troverai anche qualche consiglio su dove alloggiare a Maiorca.

Weekend lungo senza auto a Maiorca: il sistema di mezzi pubblici

Il tuo alleato numero uno durante un weekend lungo senza auto sarà indubbiamente il TIB, il sistema di autobus dell’isola di Maiorca. Gli autobus di Maiorca vanno per centinaia, a seconda del primo numero ti porteranno in una zona diversa dell’isola. Quindi ricapitolando, gli autobus sono così divisi per destinazione:

  • i numeri 100 a Ponent
  • i numeri 200 a Tramuntana
  • i numeri 300 a Raiguer
  • i 400 a Pla Llevant
  • i 500 a Migjorn

Oltre a questi autobus, ci sono quelli che ti portano tra l’aeroporto a Palma. Oltre agli autobus, ci sono 4 treni:

Se questo non dovesse bastare, c’è un tram storico che ti porta da Sóller al porto di Sóller ed una metro, che ti porta dal centro storico di Palma all’università delle isole Baleari.

weekend lungo a maiorca senza auto
Weekend lungo senza auto: la rete dei mezzi pubblici di Maiorca

Tutti i mezzi pubblici sono efficientissimi e spaccano il secondo (quindi sta attento a venire qualche minuto prima). Se ti studi bene l’itinerario puoi raggiungere praticamente ogni zona dell’isola con i mezzi. Un’altra cosa da tenere a mente quando vuoi organizzare un weekend lungo senza auto a Maiorca è quello di alloggiare a Palma, visto che la rete dei mezzi pubblici (come puoi vedere nella foto qui sopra) è abbastanza Palma-centrica. I biglietti si fanno direttamente a bordo degli autobus con un sistema Tap&Go.

Cosa vedere a Maiorca: Migjorn

Cala Figuerà è nella lista ”cosa vedere a Maiorca”

Cala Figuerà si trova nella parte meridionale dell’isola. La baia è molto carina e raccolta, il luogo perfetto per ricaricare le batterie e riprendere le energie. Il punto forte della baia è sicuramente il porticciolo dove, se arrivi in mattinata, troverai pescatori propensi a sistemare le proprie reti e cani iperattivi. Ti consigliamo di fare il giro completo del porticciolo (per intenderci, andando nelle due piccole insenature), anche di fronte a dove si trova la Finca Cas Padrins. Qui ti sembrerà di vedere un piccolo teatro su mare.

Per una pausa birretta ti consigliamo Bar Cala, dove hai una bellissima vista sulla baia.

Cosa vedere a Maiorca: Santanyí

A poche fermate di bus da Cala Figuera si trovaSantanyí, vivace borgo a pochi passi dalla costa. A Santanyí sono ancora visibili le fortificazioni che servivano a proteggere i cittadini dalle incursioni dei pirati (chi ha letto i nostri articoli su Ibiza e Formentera sa che da queste parti erano all’ordine del giorno).

Per pranzo ci siamo prese un bocadillo in un caffè carinissimo, il Bar Can Vadell (vale la pena fermarsi a prendersi qualcosa nel bellissimo giardino).

Colonia de Sant Jordi ed Es Trenc sono da vedere assolutamente a Maiorca

Arriviamo a Colonia de Sant Jordi e ci imbattiamo subito nelle saline (altro grande classico delle Baleari). Qui si produce il flor de sale, uno dei sali più pregiati che ci siano (a differenza del sale normale, il flor de sale si forma sulla superficie dell’acqua e non sul fondo). Ed è subito come essere in Bretagna.

Da Colonia di Sant Jordi si può raggiungere facilmente a piedi Es Trenc, è una delle spiagge più belle di Maiorca. Es Trenc si trova nel Parco Natural de Salobrar ed è un piccolo paradiso naturale di Maiorca. Per arrivarci da Colonia di Sant Jordi ti consigliamo di non seguire i consigli di Google Maps (che ti propone un cammino assurdo di 1 ora e 30) ma di buttarti sulla costa ed arrivare a Es Trenc dalla spiaggia di Estanys. Da lì in 10 minuti siete a Es Trenc (le due spiagge sono collegate).

Prima di riprendere l’autobus verso Palma puoi concederti un drink da 5illes Beach & Sunset.

Cala Figuerà cosa vedere a Maiorca
Cala Figuerà è una delle cose da vedere a Maiorca
Santanyí cosa vedere a Maiorca
Cosa vedere a Maiorca in 3 giorni: Santanyí
Es Trenc Cosa vedere a Maiorca
Weekend con i mezzi a Maiorca: la spiaggia di Es Trenc

Cosa vedere a Maiorca: Raiguer

Alcudía è da vedere a Maiorca

Alcudía è un bel borgo antico, con un centro storico che risale al Trecento. Ci è piaciuto davvero moltissimo e la consigliamo per una bella passeggiata mattutina. All’interno del borgo c’è un posticino molto carino che prepara caffè freddo con il latte di mandorle di Maiorca (che è ricca di mandorli). Stiamo parlando di Verdeteja e vale assolutamente il viaggio.

Visitare Maiorca: Formentor è una delle spiagge di Maiorca che abbiamo preferito

Formentor è forse una delle cose da vedere a Maiorca che abbiamo preferito. La spiaggia è semplicemente favolosa, ornata di pini (quindi c’è l’ombra) e di piccole caprette che girano per la spiaggia. Anche la strada per arrivarci è mozzafiato (e piena di curve): uno dei momenti in cui abbiamo ringraziato spostarci con l’autobus. Per noi è stato uno dei luoghi imperdibili durante la nostra permanenza sull’isola. Quando ci siamo andate noi non era possibile raggiungere con i mezzi il famosissimo cap di Formentor. Pazienza, un motivo in più per goderci questa bella spiaggia!

Cosa fare a Maiorca: visitare Pollença e le strade del Calvario

Arrivati a Pollença siamo subito andate a mangiare dei Pimiento de Padrón e delle patatas bravas da Can Mir in una bellissima piazza della cittadina. Dopo esserci rifocillate, andiamo a percorrere le scale del Calvario.

Le scale del Calvario di Pollença, con i loro 365 gradini, sono una delle attrazioni più suggestive di Maiorca. Questa scalinata storica conduce alla cappella del Calvario situata sulla cima di un colle, offrendo un percorso meditativo fiancheggiato da cipressi. Il percorso simboleggia il cammino di Cristo verso il Calvario, e per questo motivo, è un luogo di pellegrinaggio, specialmente durante la Settimana Santa.

cosa vedere a Maiorca Alcudia
Cosa vedere a Maiorca: Alcudía
cosa vedere a Maiorca Pollença
Le scale del calvario a Pollença
il treno per Sóller, weekend a Maiorca con i mezzi pubblici
Weekend con i mezzi pubblici a Maiorca: il treno per Sóller

Cosa vedere a Maiorca: Serra da Tramuntana

Sóller: salire su un treno del 1912 per vedere la Serra de Tramuntana

La mattina alle 9, quando apre il botteghino, siamo andate a prendere il biglietto per l’antico treno che da Palma porta a Sóller, popolare cittadina della Serra de Tramuntana. Sappi che il biglietto solo andata del treno (20 euro) può essere acquistato solo al botteghino il giorno stesso. Ti consigliamo di andare non appena apre il botteghino per assicurarti il biglietto per questo treno che percorre uno dei tratti più iconici, passando per le montagne di Maiorca. Infatti la Sierra de Tramuntana è patrimonio dell’UNESCO dal 2011.

Sóller è un paese grazioso, dove passa anche l’iconico tram che porta al Port de Sóller. Per noi è forse un po’ troppo turistico (era già affollato a metà maggio, figurati durante l’alta stagione). C’è però una piccola oasi di pace con un giardino lussureggiante in mezzo ai vicoli antichi: Miga de Nube. Un posticino davvero consigliato!

weekend con i mezzi pubblici a Maiorca
Lo storico tram di Sóller è una cosa da vedere a Maiorca
dove mangiare a Valldemossa Es Roquissar
Dove mangiare a Valldemossa: Es Roquissar
Valldemossa
Valldemossa, un borgo della Serra da Tramuntana

Cosa vedere a Maiorca: Valldemossa 

Valldemossa è un piccolo borgo della Sierra de Tramuntana, meno affollato di Sóller e forse anche più bello. Il borgo è pieno di viette, chiese romaniche in pietra e piccoli ristorantini che valgono il viaggio. Qui si rifugiarono anche Chopin e George Sand durante l’inverno tra 1838 ed il 1839. Questo periodo fu uno dei più prolifici per Chopin, che qui scrisse ”Preludi, Op. 28”, mentre George Sand scrisse la sua opera ”un hiver à Majorque” (un inverno a Maiorca). Valldemossa è anche la città natale di Santa Catalina, il paese è pieno di ceramiche che rievocano la sua storia all’interno della cittadina.

A Valldemossa come a Sóller, molti commercianti cercarono fortuna a Cuba e Puerto Rico. Qui nella Sierra de Tramuntana hanno riportato echi di quei paesi lontani, che si è riflettuto nell’architettura di alcune costruzioni. È stato come fare un salto a New Orleans, Savannah o Charleston.

Se sei a Valldemossa per pranzo ti consigliamo assolutamente di provare Es Roquissar dove potrai assaporare piatti rivisitati con prodotti maiorchini a chilometro zero. Forse uno dei posti migliore dove mangiare a Maiorca. Per noi Valldemossa ha rappresentato davvero una cosa da non perdere a Maiorca.

Cosa vedere a Maiorca: Palma de Maiorca

Cosa vedere a Palma di Maiorca andando oltre la cattedrale di Palma 

Palma è il capoluogo di Maiorca, la più grande delle Baleari. Qui trovi alcuni consigli per visitare Palma (consigli sia gastronomici che culturali). Se puoi passare un giorno a Palma, ti consigliamo di non perdere la città vecchia di Palma, dove ti consigliamo di perderti tra le sue viette, a caccia di eleganti edifici modernisti come il Can Forteza Rey costruito da Gaudì. Ovviamente non si può lasciare la città vecchia senza vedere la cattedrale, una delle cose da vedere a Palma più importanti.

Ma i posti da visitare non sono solo nel centro storico. Santa Catalina è un ex borgo marinaio diventato il paradiso degli hipster. Il quartiere è molto caratteristico, con tanti locali alla moda e casette basse e colorate. Il quartiere si estende fino ai mulini di Es Jonquet. Da qui si ha una vista unica sulla cattedrale di Palma.

Cosa vedere a Palma: Santa Catalina
Cosa vedere a Palma di Maiorca: i i mulini di Es Jonquet
cattedrale di palma
Cosa vedere a Palma: la cattedrale da Santa Catalina
cosa mangiare a Maiorca
Cosa mangiare a Maiorca: la coca di trampó

Dove bere e mangiare a Maiorca: i nostri consigli su Palma

Per colazione, ti consigliamo due posti:

  • il Forn La Mallorquina a due passi dalla stazione degli autobus di Palma. Qui abbiamo provato la coca, piatto tipico delle Baleari e della Catalonia. Quella di Maiorca si chiama coca di trampó ed è servita con peperoni e cipolla. Davvero un ottimo modo per iniziare la mattinata.
  • la Molienda Arxiduc è un posto moderno, curato, che offre un ottimo cold brew con una tostada con l’avocado.

Per cena, noi abbiamo mangiato in due posti divini a Palma: 

  • Tortillería de Palma, un posticino frequentato da molti locals che prepara delle tortillas favolose;
  • Andana, ristorante della chef stellata maiorchina Maca De Castro. Ottimo rapporto qualità prezzo, nonché l’occasione perfetta per scoprire i prodotti a km 0 di Maiorca.

In realtà avremmo dovuto mangiare in tre posti a Palma, ma purtroppo abbiamo saltato la prima sera perché il nostro volo ha subito più di 4 ore di ritardo. Pazienza, ma cogliamo l’occasione per ricordarvi che c’è un Regolamento Europeo del 2004 (eu261) che prevede un risarcimento di 250€ (per un volo con un tratto di percorrenza inferiore a 1500 km), 400€ (per una percorrenza tra 1500 km e 3000 km) e 600€ (per un tratto superiore a 3000 km) se si ha almeno 3 ore di ritardo. Mentre scrivo questo articolo, la sottoscritta ha già ricevuto il risarcimento.

Per bere una cosa senza pensieri (dove puoi trovare anche la pomada di Maiorca) ti consigliamo lo storico Bar Flexas.

Scopri con noi i migliori alloggi su Booking, l'assicurazione di viaggio Heymondo, le offerte più convenienti con Skyscanner e Omio oppure le attività più divertenti con Civitatis o Sightseeing Pass che puoi vivere qui: Spagna. Clicca qui sotto per aprire le proposte dei nostri partner incluso il 10% di sconto per l'assicuazione Heymondo. Per un viaggio senza sorprese e indimenticabile!

Hesitant Explorers

  • Daniele & Marilena | Fiveintravel

    I vostri articoli sono sempre molto piacevoli da leggere! Abbiamo trovato molto interessanti i consigli dettagliati sui mezzi pubblici e sui treni da utilizzare per esplorare quest’isola che non abbiamo ancora avuto l’occasione di visitare!
    Da tenere in considerazione per un weekend lungo magari a fine settembre!

  • Sono stato a Maiorca per una settimana ma non avevo visitato così tante cose! Ottimi consigli per un itinerario fuori stagione!

Lascia il tuo commento