Seguici su InstagramSeguici su FacebookSeguici su Pinterest

Noleggio auto in Arabia Saudita: cosa serve e consigli per il tuo on the road

Scopri con noi i migliori alloggi su Booking, l'assicurazione di viaggio Heymondo, le offerte più convenienti con Skyscanner e Omio oppure le attività più divertenti con Civitatis o Sightseeing Pass che puoi vivere qui: Arabia Saudita. Clicca qui sotto per aprire le proposte dei nostri partner incluso il 10% di sconto per l'assicuazione Heymondo. Per un viaggio senza sorprese e indimenticabile!

Per il capodanno 2022 siamo partiti da Roma in direzione Arabia Saudita. Il paese si è aperto al turismo di recente e abbiamo raccontato il nostro on the road in maniera approfondita. Se vuoi sapere di più su cosa vedere in Arabia Saudita, trovi tante informazioni in quest’altro articolo. Abbiamo anche scritto articoli più specifici per Al Ula e Jeddah. In questo post affrontiamo invece il tema del noleggio auto in Arabia Saudita.

Se sei anche alla ricerca di informazioni sull’assicurazione sanitaria per l’Arabia Saudita, qui troverai una breve parentesi che ti aiuterà. Il nostro partner per le assicurazioni di viaggio è Heymondo, società leader nel settore con più di 2.000 recensioni certificate su trustpilot.com e altri portali. Clicca qui per acquistare ora la tua polizza assicurativa con Heymondo e accedere al 10% di sconto esclusivo per i nostri lettori e follower! Non farti sfuggire questa opportunità prima del tuo viaggio in Arabia Saudita.

In tanti ci avete chiesto e continuate a domandarci spesso qual è stata la nostra esperienza di guida e il noleggio auto in Arabia Saudita. Grazie a 10 giorni di on the road in questo paese, siamo abbastanza tranquilli nel condividere cosa serve, consigli e informazioni utili per un viaggio in auto in Arabia Saudita.

viaggio in arabia saudita
Noleggio auto in Arabia Saudita: le macchine sono spesso incellofanate
Come organizzare un viaggio in Arabia Saudita
Passaggio cammelli su una strada
viaggio in Arábia Saudita
Alba sulla strada per la Medina – noleggio auto in Arabia Saudita

Noleggio auto in Arabia Saudita: considerazioni generali

Per fare chiarezza, vogliamo sgombrare il campo da tante domande e dubbi che spesso ci vengono rivolti quando si organizza un on the road in Arabia Saudita.

Di seguito trovi quindi alcune considerazioni generali sul noleggio auto in Arabia Saudita e, più in generale, sulla situazione attuale per organizzare un viaggio in auto in questo paese. Ovviamente i punti elencati di seguito possono subire modifiche o interventi legislativi in futuro. Il consiglio quindi è di verificare e controllare durante la fase di progettazione del viaggio il sito Viaggiare Sicuri del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Le donne possono guidare?

Partiamo dalla domanda forse più comune che ci viene rivolta parlando di viaggi e noleggio auto in Arabia Saudita: le donne possono guidare? La risposta è sì, anche le donne possono guidare in questo paese dal 24 giugno 2018. Ovviamente il tema dei diritti delle donne in Arabia Saudita è complesso e la speranza è che le riforme proseguano come sottolineato anche da Amnesty International.

Guidare in Arabia Saudita è pericoloso?

L’altra domanda che spesso ci viene posta è se guidare in Arabia Saudita è pericoloso e, quindi, se ha senso noleggiare un’auto in questo paese oppure muoversi con altri mezzi (aereo su tutti, ma anche gli autobus sono gettonati). Basandoci sulle statistiche recenti, l’Arabia Saudita ha un tasso di mortalità abbastanza elevato con 18.5 decessi ogni 100.000 abitanti. Negli ultimi anni però questa percentuale si è ridotta considerevolmente, 35% in meno negli ultimi 5 anni. Statistiche a parte, la nostra esperienza è piuttosto positiva.

Nelle grandi città (Riyadh su tutte) ti consigliamo di muoverti con Uber. I grandi centri urbani, infatti, hanno vere e proprie autostrade che dividono i quartieri/zone urbanistiche. 12 corsie più 2-3 corsi laterali per il traffico locale. Insomma, una vera bolgia che a primo impatto può risultare molto stressante.

Come sono le strade in Arabia Saudita?

In generale le autostrade e le strade urbane sono ben mantenute in tutto il paese. Come sempre, è possibile che Google Maps vi consigli strade extraurbane (le nostre statali per intenderci) che in alcuni casi possono presentare qualche buca o piccoli segni di cedimento. Non preoccuparti, l’Arabia Saudita è un paese perfetto per organizzare un viaggio on the road in auto.

Inoltre ci sono veramente tanti lavori di ammodernamento del tessuto stradale in atto nel paese. Oltre a questo, troverai tanti lavoratori che puliscono quotidianamente le strade o che si occupano della manutenzione ordinaria.

Limiti di velocità e autovelox in Arabia Saudita

I limiti di velocità in Arabia Saudita sono spesso segnalati in arabo quindi è d’obbligo imparare i numeri da 0 a 9 per poter facilmente riconoscere un improvviso cambio di velocità massima nella strada che stiamo percorrendo.

In generale comunque nelle autostrade il limite è tra 90 e 130 km/h mentre in città varia da 40 a 90 km/h a seconda della strada che stiamo percorrendo (ripetiamo, in città ci sono vere e proprie autostrade a 14-16 corsie così come piccole strade a 2 corsie).

Fai attenzione agli autovelox, in particolar modo nelle autostrade tra Riyahd e Jeddah e, più in generale, nelle strade ad alto scorrimento. Sono segnalati ma, in alcuni casi, è possibile trovarsi di fronte ad autovelox mobili installati a caso dalla polizia saudita. Risulta fondamentale rispettare i limiti di velocità per non incappare in multe salate!

Fare rifornimento e prezzo del carburante

Fare rifornimento in Arabia Saudita è molto semplice e le pompe di benzina sono presenti in tutti i centri urbani e in tutte le principali autostrade del paese. A differenza dell’Italia dove ormai il self-service è il principale metodo per rifornirsi di carburante, in Arabia Saudita è sufficiente fermarsi vicino alla pompa di benzina ed un benzinaio si avvicinerà per chiedervi il tipo di carburante e quanto immettere. Il pagamento può avvenire con carta o contanti. Nelle stazioni di servizio sono spesso presenti, come in Italia e in Europa, ristoranti, fast food e piccoli supermarket dove acquistare qualcosa da mangiare o da bere. Sono anche disponibili bagni per donne e uomini.

Il prezzo del carburante in Arabia Saudita, come puoi immaginare, è molto più basso rispetto all’Italia. Questo ovviamente perché il paese è uno tra i produttori più importanti di petrolio con 9 milioni di barili di greggio prodotti ogni giorno. Tra dicembre 2022 e gennaio 2023 il prezzo che abbiamo pagato per rifornire la nostra auto a noleggio in Arabia Saudita è stato pari a 50 centesimi di euro per litro.

Cosa vedere a Riyadh
Noleggio auto in Arabia Saudita: quando andate al deserto affidatevi ad una guida
viaggio in Arábia Saudita
Le dune avvistate durante il nostro on the road in Arabia Saudita
Arabia Saudita
Vicino a Riyadh il deserto si fa sempre più rosso

Noleggio auto in Arabia Saudita: cosa serve

Passiamo alla sezione dei requisiti per poter richiedere un noleggio auto in Arabia Saudita. In realtà, come vedrai non sono poi così diversi dall’Italia. Bisogna solo fare attenzione in fase di noleggio a leggere con attenzione quanto dichiarato dalla società di autonoleggio con la quale stai per prenotare il tuo veicolo. Procediamo con ordine.

Patente internazionale

La patente internazionale è richiesta in Arabia Saudita (questo a settembre 2023). Fino a pochi mesi fa, nel periodo in cui siamo partiti per il nostro on the road, alcuni autonoleggi specificavano nel loro “rental agreement” la possibilità di noleggiare il veicolo senza patente internazionale. Un esempio è Sixt che tra i suoi documenti specifica che “driving license printed with non Roman Alphabet (Chinese, Japanese, Cyrillic etc) must be complemented by an International driving license“.

Fai quindi attenzione a quanto riportato nel sito dell’autonoleggio perché può fare la differenza tra dover richiedere o meno la patente internazionale, risparmiandosi quindi tempo e risorse.

Carta di credito

La carta di credito è obbligatoria per il noleggio auto in Arabia Saudita. Sono accettate tutti i principali circuiti internazionali più conosciuti: American Express, Diners Club, Eurocard/Mastercard, Visa, ecc. Fondamentale utilizzare in fase di prenotazione del veicolo la carta di credito intestata a chi guiderà poi il veicolo. Patente e carta di credito devono quindi avere lo stesso titolare.

Carta d’identità o passaporto

Oltre a patente e carta di credito devi presentare al desk dell’autonoleggio un documento d’identità in corso di validità. Il documento più ovvio è il passaporto che utilizzerai anche per entrare nel paese passando la dogana all’arrivo in aeroporto.

Noleggio auto in Arabia Saudita: la nostra esperienza e consigli

Eccoci nel capitolo riguardante la nostra esperienza e i consigli utili che ci sentiamo di condividere dopo aver viaggiato per 10 giorni in Arabia Saudita e avendo percorso circa 4.500 kilometri. Sarà una lista sparsa che speriamo possa aiutarti ad organizzare al meglio il tuo viaggio on the road in questo paese:

  • noi ci siamo affidati a Sixt, agenzia internazionale di noleggio auto con sedi in molti paesi. Perché Sixt? Patente internazionale non richiesta, possibilità di aggiungere kilometri extra alla prenotazione, assicurazione Kasko per il periodo di noleggio. L’esperienza è stata estremamente positiva: arrivati al desk in aeroporto a Dammam, lo staff ci ha accolti con un sorriso e abbiamo sbrigato velocemente le questioni burocratiche firmando il contratto di noleggio. La macchina che ci hanno dato era nuova, automatica, con aria condizionata e molto spaziosa;
  • controlla con calma la franchigia, il deposito cauzionale e le assicurazioni che è possibile scegliere per il proprio noleggio auto in Arabia Saudita. Ovviamente la Kasko o comunque un pacchetto assicurativo completo è quello che consigliamo per godersi al massimo il proprio viaggio;
  • scegli un’auto automatica, con il controllo della velocità al volante, con aria condizionata e presa USB. Possono andar bene auto spaziose (non city car) e SUV. Potrai così rilassarti nei tratti di autostrada più noiosi (un lungo infinito rettilineo) impostando la velocità di crociera sapendo di non superare i limiti di velocità. La presa USB è fondamentale per ricaricare in viaggio lo smartphone che fa da navigatore e che ha la SIM locale;
  • acquista una SIM locale direttamente in aeroporto. Per poco meno di 30 Euro abbiamo ricevuto una SIM con abbonamento mensile e un numero di giga sufficiente per il nostro viaggio. Questo ti permette di vivere con tranquillità il tuo on the road avendo accesso a tutte le app (Google Maps inclusa) e potendo contattare le strutture nelle quali alloggerai;
  • fai sempre il pieno di carburante prima di lasciare una grande città sapendo di dover percorrere molti kilometri. Le stazioni di servizio sono presenti un po’ dappertutto ma la prudenza non è mai troppa. ll consiglio che ti diamo è di fare il pieno quando ne hai la possibilità e mai scendere oltre la metà capienza. Potrai goderti il tuo viaggio in auto con tutta tranquillità;
  • porta sempre con te un paio di bottiglie d’acqua e qualcosa da sgranocchiare. Il bello dell’on the road è di poter fermarsi in totale libertà ma avere un po’ di scorte non fa mai male. Inoltre ti permette di viaggiare ad andatura sostenuta senza fermarsi ogni 2 per 3 e allungare troppo il tragitto. Anche se tutto ciò è molto soggettivo;
  • fai attenzione agli attraversamenti di animali e di altre auto. In alcuni punti dell’Arabia Saudita è comune vedere gruppi di cammelli attraversare la strada o mentre smangiucchiano qualche erbetta sul ciglio dell’asfalto. Rallenta, scatta qualche foto e fai passare questi stupendi animali. I pastori ti ringrazieranno. Nelle aree più remote dove ci sono solo poche case e qualche piccolo paesino, i locals sono particolarmente anarchici. Fai quindi attenzione e preparati a inversioni a U o piccoli pezzi in contromano da parte degli abitanti del posto con i loro Toyota Hilux (il preferito in Arabia Saudita);
  • non entrare nel deserto con la tua auto a noleggio a meno che non sai quello che stai facendo. La tentazione di uscire dalle strade asfaltate per andare sulle magnifiche dune saudite è forte ma ti sconsigliamo di farlo per evitare di dover chiedere aiuto ai locals o alle autorità. Guidare sulla sabbia è difficile e richiede tanta esperienza ed un veicolo adatto;
  • controlla se l’hotel nel quale alloggi ha un parcheggio privato. Solitamente quasi tutti gli hotel hanno un parcheggio sotterraneo o qualche posto auto dedicato ai clienti. Se così non fosse puoi lasciare la macchina per strada oppure fermarti in un parcheggio privato a pagamento. Le opzioni sono tante specialmente nella capitale e nelle città più grandi;
  • goditi ogni singolo momento in auto e ammira il più possibile i tanti panorami di questo splendido paese. Concentrarti sulla strada sarà molto difficile, soprattutto quando lascerai il contesto urbano. Scoprirai un paese ricco di paesaggi molto diversi tra loro, mille colori, profumi e temperature. Un vero spettacolo!

Ora non ti resta che procedere con il noleggio auto in Arabia Saudita e partire per un on the road che ricorderai per sempre, parola di Hesitant Explorers!

Scopri con noi i migliori alloggi su Booking, l'assicurazione di viaggio Heymondo, le offerte più convenienti con Skyscanner e Omio oppure le attività più divertenti con Civitatis o Sightseeing Pass che puoi vivere qui: Arabia Saudita. Clicca qui sotto per aprire le proposte dei nostri partner incluso il 10% di sconto per l'assicuazione Heymondo. Per un viaggio senza sorprese e indimenticabile!

Hesitant Explorers

  • Ciao scusami posso sapere che macchina avete noleggiato?

    Grazie

    • A
      Hesitant Explorers

      Ciao Chiara, certo. Abbiamo prenotato la categoria Toyota Yaris o simili.

  • Ciao! È possibile raggiungere Hera, Elphant rock e Maraya Hall con la propria auto a noleggio o si é obbligati a lasciarla “fuori” e comprare un tour guidato?

    • A
      Hesitant Explorers

      Ciao Francesca! Cosa intendi con la propria macchina? In ogni caso, come abbiamo scritto qui, Elephant Rock e Maraya Hall sono raggiungibili in autonomia (quindi senza comprare nessun tour) e gratuiti. Mentre per Hera, essendo un sito archeologico ampio senza strade, bisogna affidarsi al tour privato gestito da Experience Al Ula.

Lascia il tuo commento