Seguici su InstagramSeguici su FacebookSeguici su Pinterest

Siti archeologici a Creta: 11 complessi da non perdere assolutamente

Scopri con noi i migliori alloggi su Booking, l'assicurazione di viaggio Heymondo, le offerte più convenienti con Skyscanner e Omio oppure le attività più divertenti con Civitatis o Sightseeing Pass che puoi vivere qui: Grecia. Clicca qui sotto per aprire le proposte dei nostri partner incluso il 10% di sconto per l'assicuazione Heymondo. Per un viaggio senza sorprese e indimenticabile!

Durante il nostro mese a Creta abbiamo visitato tantissimi siti archeologici. Sicuramente il palazzo di Cnosso è quello più famoso ma ce ne sono anche altri che hanno catturato la nostra attenzione e ci sono piaciuti. In questo articolo ti parliamo di 11 siti archeologici a Creta, di cui 4 sono complessi palaziali minoici.

Siti archeologici a Creta: i complessi palaziali minoici

Siti archeologici a Creta: il Palazzo di Cnosso

Cnosso, un’antica città cretese di importanza fondamentale per la storia della civiltà minoica, raggiunse il suo apice circa nel 2000 a.C. con la costruzione di un maestoso palazzo, simbolo del dominio cretese sull’area dell’Egeo. Questo centro prospero aveva stretti legami commerciali con l’Egitto, da cui apprese molte tecniche artistiche che portarono alla creazione di affreschi straordinari. Tuttavia, intorno al 1700 a.C., un cataclisma, forse legato all’eruzione del vulcano di Thera, devastò il palazzo e gli altri siti dell’isola.

Ricostruito nel periodo neopalaziale, il palazzo conobbe una seconda fase di splendore, ma circa nel 1450 a.C. fu attaccato dai micenei, segnando l’inizio della sua decadenza. Sebbene la città fosse ripopolata in seguito, non riuscì mai a recuperare la grandezza passata. Durante l’età ellenistica e romana, Cnosso mantenne un ruolo strategico, coinvolto in conflitti per il controllo dell’isola, ma alla fine fu superata da Gortys come capitale della provincia romana di Creta e Cirene.

Abbiamo dedicato un articolo intero al Palazzo di Cnosso. Al suo interno scoprirai tanti consigli utili per preparare al meglio la tua visita.

Tour consigliati per il palazzo di Cnosso:

Il complesso palaziale di Festo: il secondo più importante dell’isola

Festo rappresenta il secondo complesso palaziale più significativo della Creta minoica. Al suo interno si trova il teatro più antico d’Europa, incredibilmente conservato, e le stanze della Regina, che offrono un’idea concreta della vita nel palazzo intorno al 1700 a.C., anno della sua costruzione.

Il cortile centrale costituiva il fulcro della vita nel palazzo. Gli studiosi suggeriscono che il palazzo fosse accessibile alla maggior parte degli abitanti della zona, e non solo all’élite, permettendo loro di partecipare a vari spettacoli. Il palazzo di Festo è affascinante e meno affollato rispetto al vicino Cnosso, con interventi di restauro presumibilmente meno invasivi. Durante la nostra visita, abbiamo notato un gruppo di archeologi italiani entusiasti per la scoperta di una lastra pavimentale mentre stavano lavorando.

un mese a Creta
Siti archeologici a Creta: Palazzo di Festo

Il palazzo di Zakros: il complesso palaziale meno famoso di Creta

Il palazzo di Zakros, il più piccolo dei quattro complessi palaziali minoici, sorge nella parte orientale dell’isola di Creta, tra le località di Xerokampos e Palekastro. È stato il più recente a essere scoperto dagli archeologi. Questo sito rivela l’importanza storica e commerciale di Zakros, evidenziata anche dalla presenza di zanne di elefante, che testimoniano i legami commerciali con il Medio Oriente. Tra le sue scoperte più significative, si annovera la testa taurina esposta presso il museo archeologico di Iraklio, che rappresenta solo una delle numerose testimonianze dell’antica civiltà minoica e della sua rilevanza nel panorama mediterraneo.

Il Palazzo di Mallia, l’unico sito archeologico che non abbiamo visto

Il complesso palaziale di Mallia, situato nella parte settentrionale di Creta, rappresenta uno dei più importanti siti archeologici di Creta sulla civiltà minoica. Scoperto nel 1915 da Arthur Evans, il palazzo risale al periodo neopalaziale ed è stato oggetto di continue indagini che hanno portato alla luce una vasta gamma di reperti e strutture.

Il palazzo di Mallia, sebbene più piccolo rispetto a Knossos o Festo, rivela comunque l’organizzazione complessa e l’importanza politica ed economica della civiltà minoica. Le sue sale, cortili e corridoi mostrano una pianificazione architettonica avanzata, con decorazioni murali, colonne e affreschi che testimoniano l’arte e la cultura sofisticate dell’epoca. Inoltre, sono stati rinvenuti numerosi oggetti di uso quotidiano, strumenti, ceramiche e gioielli, che forniscono preziose informazioni sulla vita quotidiana, sulle attività economiche e sulle pratiche rituali dei suoi abitanti.

Gli altri siti archeologici a Creta

Polirinia è uno dei siti archeologici a Creta

Situata nella parte occidentale dell’isola di Creta, Polirinia è un’antica città fondata dai dori nel VI secolo a.C., che rappresentava una delle città-stato più importanti insieme a Cidonia, l’odierna Haniá. La sua storia è intrisa di conflitti con Cidonia, riflettendo il ruolo centrale che entrambe le città hanno giocato nella regione. Quando i Romani conquistarono l’isola, Polirinia non sfuggì al loro dominio, e furono proprio loro a costruire infrastrutture cruciali come acquedotti e strade, evidenziando l’importanza strategica del luogo.

Per raggiungere l’antica acropoli di Polirinia, bisogna percorrere un suggestivo sentiero di circa 30 minuti. Tuttavia, lo sforzo viene ampiamente ricompensato dalla vista mozzafiato che si gode una volta raggiunta la cima. Un’altra nota di merito va alla limonata fresca offerta gentilmente da una signora proveniente da Liverpool presso l’information center locale.

Argyroupoli, la vecchia Lappa: il mosaico romano più bello dell’isola

Argiroupoli è una pittoresca cittadina che sorge sulle antiche rovine di Lappa, un’importante insediamento romano. Lappa, nell’antichità, rappresentava il cuore pulsante della parte occidentale di Creta, testimonianza della sua grandezza e importanza storica. Nel tessuto urbano di Argiroupoli, è possibile scoprire un eccezionale mosaico risalente al I secolo a.C., considerato uno dei più raffinati dell’intera isola, che racconta di un passato glorioso e ricco di cultura.

Tuttavia, ciò che rende veramente unica la visita ad Argiroupoli è la possibilità di passeggiare tra le sue strette stradine e perdersi nell’atmosfera incantata del borgo. Ogni angolo riserva sorprese, tra antichi edifici, botteghe artigianali e caffetterie accoglienti, permettendo ai visitatori di immergersi completamente nell’incantevole atmosfera di questa cittadina cretese. Argyroupoli è forse uno dei siti archeologici di Creta dove è più facile percepire la stratificazione storica.

Un mese a Creta Palazzo di Cnosso
Complesso palaziale minoico di Cnosso
siti archeologici a Creta Itanos
Itanos: un sito archeologico a Creta sulla spiaggia
siti archeologici a Creta
L’antica città di Polirinia, uno dei siti archeologici a Creta

Aptera: un sito archeologico con un teatro stupendo

Tra i siti archeologici di Creta, non possiamo non parlare di Aptera, un antico insediamento fondato dai dori, il cui splendore raggiunse l’apice durante l’Impero Romano (l’ingresso è di soli 4 euro). Durante l’era dorica, Aptera si ergeva come una delle città-stato più influenti di tutta la Creta occidentale, testimoniando il suo ruolo cruciale nell’antichità. Le numerose rovine che si possono ancora ammirare oggi appartengono principalmente all’epoca romana.

Tra le rovine più impressionanti spiccano il suggestivo teatro antico, che evoca immagini della vita culturale e sociale dell’epoca, e l’imponente cisterna, che ancora oggi conserva la sua grandiosità e nella quale si può entrare. Entrare nella cisterna è davvero facile comprendere l’ingegnosità delle infrastrutture idriche dell’epoca romana.

Aptera offre anche panorami mozzafiato sulla campagna circostante e sul Mar Mediterraneo, che si possono ammirare mentre si esplora questo sito archeologico. La visita a Aptera rappresenta un viaggio indietro nel tempo, permettendo ai visitatori di immergersi nella ricca storia e cultura dell’antica Creta.

Gortina: l’antica capitale romana di Creta

Gortina, città storica dell’isola di Creta, cadde sotto il dominio dei romani nel 67 a.C., segnando l’inizio di un’epoca di grande importanza per l’intera regione. La città divenne rapidamente un fulcro cruciale per l’Impero Romano, assumendo il ruolo di capitale di Creta e Cirene, l’attuale Libia. La sua crescita fu rapida ed esponenziale, tanto che la popolazione superò rapidamente i 100.000 abitanti, rendendo Gortina una delle città più popolose del periodo romano.

All’arrivo dei romani, Gortina svelò loro un importante tesoro: le famose Leggi di Gortina, risalenti al VI secolo a.C., che regolavano una vasta gamma di questioni legali, tra cui matrimoni, trasferimenti di proprietà, eredità e persino divorzi. Queste leggi testimoniano non solo l’antica e sofisticata giurisprudenza cretese, ma anche l’importanza politica ed economica che Gortina ricopriva nell’antichità.

La storia di Gortina è anche legata a una leggenda antica: si narra che all’interno della città crescesse un maestoso platano, che fu il teatro degli amori tra Europa e Zeus, una delle storie mitologiche più celebri dell’antica Grecia. Questo albero secolare diventò un simbolo dell’amore e del potere divino, lasciando un’impronta indelebile nella storia e nella mitologia di Gortina. Non ditelo a nessuno, ma probabilmente Gortina è il sito archeologico di Creta che più ci è piaciuto.

L’antica città minoica di Monastiraki nel cuore della regione di Rethymno

Un sito archeologico di Creta poco conosciuto è indubbiamente lquello della città di Monastiraki, dove si trova un piccolo (ma suggestivo) sito. Monastiraki comprende principalmente resti di un’antica città risalente all’epoca minoica, che è stata successivamente abitata anche durante l’epoca classica e romana.Tra i reperti più significativi trovati a Monastiraki ci sono le rovine di edifici residenziali, pubblici e religiosi, nonché parti di un antico acquedotto.

Nonostante gli scavi siano temporaneamente fermi e il sito si trovi in uno stato di semi-abbandono, conserva ancora il suo fascino intrinseco e il suo significato storico. L’ingresso al sito ha un costo di 3 euro.

L’antica città di Itanos è un sito archeologico attivo da vedere a Lasithi

Sulla spiaggia di Erimoupolis sorge l’antica città di Itanos, fondata dai dori e un tempo uno dei porti più significativi di tutta Creta. Itanos prosperava grazie ai suoi fiorenti scambi commerciali con i paesi del Medio Oriente, testimoniando la sua importanza economica e strategica nell’antichità. La storia di Itanos è lunga e ricca di avvenimenti, con gli ultimi insediamenti umani risalenti al secolo, quando la città fu duramente colpita dalla pirateria che ne causò la sua devastazione.

Nel cuore della vecchia città di Itanos, si trovano i resti di una basilica bizantina che attesta l’importanza religiosa e culturale che la città ha conservato nel corso dei secoli. Sebbene gli scavi archeologici si siano concentrati principalmente sulla necropoli di Itanos, che offre preziose informazioni sulla vita e sulle pratiche funerarie degli antichi abitanti, questo sito archeologico di Creta continua a rivelare nuovi aspetti della sua storia millenaria.

La città minoica di Eleutherna (bonus il museo archeologico)

La città vecchia di Eleutherna, un sito archeologico di grande importanza situato nell’entroterra di Creta. Fondata nei secoli VIII e VII a.C. dai minoici, Eleutherna ha conosciuto diverse fasi di occupazione, inclusa quella dei dori e dei romani, che hanno lasciato un’impronta sulla sua storia e architettura.

Oltre alle rovine dell’antica città, Eleutherna vanta anche un museo archeologico che ospita una ricca collezione di reperti ritrovati durante gli scavi. Questi reperti offrono preziose informazioni sulla vita quotidiana, l’arte, la religione e la cultura delle diverse civiltà che hanno abitato Eleutherna nel corso dei secoli. Tra gli oggetti esposti, si possono ammirare ceramiche, sculture, monete e altri manufatti che testimoniano la ricchezza e la diversità dell’antica civiltà cretese.

Scopri con noi i migliori alloggi su Booking, l'assicurazione di viaggio Heymondo, le offerte più convenienti con Skyscanner e Omio oppure le attività più divertenti con Civitatis o Sightseeing Pass che puoi vivere qui: Grecia. Clicca qui sotto per aprire le proposte dei nostri partner incluso il 10% di sconto per l'assicuazione Heymondo. Per un viaggio senza sorprese e indimenticabile!

Hesitant Explorers

Lascia il primo commento