Vacanza a Parigi, la ville lumière

Indice

Condividi il post!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

A Parigi ci siamo stati così tante volte che neanche riusciamo a contarle. L’ultima per festeggiare il capodanno 2018. Questo articolo sarà un po’ diverso dal solito. Gli itinerari sono divisi per giorni. Nei primi giorni abbiamo messo le attrattive da non perdere per la vostra vacanza a Parigi. Se invece di giorni ne avete tanti, potete continuare a seguire i nostri itinerari ed avere una conoscenza più approfondita della città.

La guida enogastronomia la trovate qui. Dopo questi due articoli, sarete pronti per la vostra vacanza a Parigi.

Siete curiosi di scoprire altre mete oltre alla capitale francese? Ecco qui i nostri articoli sulla Francia!

Cosa sapere prima di partire

La prima cosa da sapere è che ci sono tre aeroporti: Charles De Gaulle, Orly e Beauvais. Da Charles de Gaulle (solitamente servito dalle compagnie di bandiera) e da Orly (servito da Vueling e Easyjet) è facile arrivare in città (in treno/metro).

Da Charles De Gaulle vi consigliamo di prendere un RER al costo di 10€ a tratta e arriverete in centro in 25 minuti. Ci sono anche alternative più economiche come gli autobus, ma i tempi si allungano notevolmente.

Anche da Orly si può prendere il treno RER spendendo 12€ circa a tratta.

Invece, l’aeroporto di Beauvais (servito da Ryanair per lo più) è molto lontano rispetto al centro. L’aeroporto, infatti, si trova a 75km dalla città ed è raggiungibile con navette che possono costare almeno 30€ andata e ritorno.

Una volta arrivati a Parigi, vi consigliamo assolutamente di acquistare il carnet di 10 biglietti per la metro al costo di 16,50€ (mentre il singolo biglietto costa 1,90€). In assoluto la soluzione più economica per muoversi durante la vostra vacanza a Parigi. Potete anche prenotarli dall’Italia qui.

Dove alloggiare

A Parigi la metro funziona benissimo, quindi se volete risparmiare un po’ sul budget potete permettervi di alloggiare in zone periferiche. Se invece volete dormire in centro vi consigliamo il Marais, Saint-Germain-Des-Près, la zona del Louvre oppure il quartiere latino. Con Airbnb c’è un risparmio notevole rispetto agli alberghi.

Vacanza a Parigi: primo giorno

Qui troverete tutte le cose da vedere ASSOLUTAMENTE prima di tornare a casa. In questa prima giornata abbiamo pensato ad una passeggiata lunga un giorno. Ricordatevi: scarpe comode in valigia!

Mattina

La vostra vacanza a Parigi inizierà con un bel giro dei Champs-Elysées, l’avenue più famosa del mondo. Malgrado l’importanza storica dei Champs-Elysées, ora è frequentato per lo più da turisti con la mania dello shopping. Arrivate fino all’Arc de Triomphe (costruito nel 1836 per commemorare l’esercito francese) passando dalla famosa Place de la Concorde. Proprio qui, durante la rivoluzione francese, furono ghigliottinate 1300 persone, tra cui Luigi XVI, Maria Antonietta e Robespierre. Fermatevi anche ai bellissimi Jardin des Tuileries,un giardino del ‘500 ridisegnato da Luigi XIV.

Dall’Arco di Trionfo incamminatevi per il Trocadéro dove potrete ammirare una vista allucinante sulla famosa Tour Eiffel camminando fino al bellissimo Hôtel des Invalides. 

Pomeriggio

Dedicate il pomeriggio alla visita del Louvre. Il palazzo reale era la dimora del monarca fino a quando Luigi XIV decise di trasferirsi a Versailles a causa delle “ridotte” dimensioni del complesso.

Le famose piramidi, invece, furono aggiunte solo nel 1989. Entrate poi nel museo del Louvre, il museo più famoso del mondo. Ve ne innamorerete. Se avete meno di 26 anni l’entrata è gratuita (e potete saltare la fila). Altrimenti potete acquistare il biglietto qui.

Sera

Usciti dal Louvre ammirate le piramidi illuminate di notte, uno spettacolo! Dirigetevi poi verso il quartiere dell’Opéra. Passate di fronte all’Opera Garnier per poi perdervi nei vicoletti fino ad arrivare fino a Place Vendôme con la sua colonna trionfale per commemorare la storica vittoria di Austerlitz. Probabilmente una delle piazze più chic di Parigi.

Vacanza a Parigi: secondo giorno

Mattina

Questa mattina ci alziamo e prendiamo la metro direzione Montmartre, forse il quartiere più amato e conosciuto di Parigi. Passate per rue des Abbesses (dove arriva la metro) ma anche a Pigalle. Poi salite, salite, salite fino ad arrivare al belvedere del Sacré-Coeur. Sarete invasi dalla folla, ma, appena girerete l’angolo, troverete vicoletti silenziosi.

Da non perdere la storica Place du Tertre, anche se ora è invasa da frotte di turisti. Da vedere anche il nuovo muro des je t’aime.

Infine, prendete la metro e arrivate a Saint-Germain-Des-Près uno dei quartieri più trendy di Parigi. Perdetevi fra le viuzze ed i negozietti, passando fra i bellissimi Jardins du Luxembourg. 

Pomeriggio

Continuate il pomeriggio a Saint-Germain andando al musée al Musée d’Orsay dove troverete un’ampia collezione degli impressionisti. Sappiate che è il museo parigino preferito da molti.  

Affacciatevi sul bellissimo Pont des Arts dove, dall’altra parte, troverete il museo del Louvre (visitato il giorno precedente) da cui si vede l’île de la Cité. Continuate per il lungo Senna di Saint-Germain pieno di librerie e gallerie d’arte fino ad arrivare alle due isole di Parigi. La prima è l’île de la Cité dove si trova la famosissima Notre-Dame. Una volta visitata l’imponente cattedrale, visitate anche l’île Saint-Louis che si trova proprio di fronte (e senza troppi turisti).

Sera

Riattraversate il ponte ed arrivate nel vibrante Quartiere Latino passando per Place Saint Michel e Boulevard Saint Michel. Andate anche nei dintorni della chiesa Saint-Severin passando per l’affollata rue Huchette. Insomma, il luogo ideale per prendersi un pot (da bere ndr).

Vacanza a Parigi: terzo giorno

Mattina

La mattinata del terzo giorno la potete dedicare alla visita del Beaubourg o Centre Pompidou, un bellissimo museo di arte contemporanea e moderna. Accanto, ci sono bellissime statue colorate di Niki-De-Saint-Phalle, in mezzo a giochi d’acqua.

Dopo aver visitato il museo Pompidou (e secondo noi ne vale la pena, anche solo per vedere la struttura), nei dintorni da non perdere ci sono les Halles nonché l’Hôtel de Ville.

Passeggiate poi per il Marais, il nostro quartiere preferito. Da non perdere Place des Vosges (la piazza più bella di tutte), la piazza dove viveva Victor Hugo (casa sua è ancora visitabile) fino a tornare a Rue de Rivoli.

Continuate la passeggiata arrivando a Place de la Bastille (dove un tempo c’era la Bastiglia) ed lo scenografico Canal Saint-Martin. Se invece siete degli instagrammer nati, addentratevi fino alla bellissima Rue Crémieux.

Pomeriggio

Nel pomeriggio tornate nella parte alta del quartiere latino. Da non perdere la visita al Panthéon dove le tombe di Rousseau e Voltaire, come una beffa del destino, si trova l’una di fronte all’altra. Proseguite scendendo verso la lunghissima (e bellissima) rue Mouffetard. Da non perdere anche la Place de la Contrescarpe, un tempo il ritrovo di artisti come Hemingway e Brassens. Se avete ancora tempo (e forze) c’è la Moschea da visitare.

Sera

Tornate nella zona del Louvre, passando per il Pont des Arts. Vedere il Louvre illuminato è sempre bellissimo!

Vacanza a Parigi: quarto giorno

Mattina e Pomeriggio

Oggi parteciperete alla vostra unica gita fuori porta. La bellissima reggia di Versailles! Costruita da Louis XIV appunto perché il Louvre era troppo piccolo! I giardini, nonché la camera degli specchi vi lasceranno di stucco. Vi permetterà anche di passare un pomeriggio all’aria aperta in un parco incredibile. Sembrerà di vivere la vita di Maria Antonietta. 

Prendete il treno dalla Gare Montparnasse. Il viaggio dura poco più di 30 minuti mentre la passeggiata dalla stazione è di 20 minuti (e vi permetterà anche di fare due passi in quel di Versailles). 

Sera

Tornati a Montparnasse, potete approfittarne per visitare il quartiere bretone (e mangiare una buona crêpe e galette, ma non voglio anticiparvi nulla). Il quartiere è piacevole per passare una serata relax dopo una giornata incredibile.

Vacanza a Parigi: quinto Giorno

Mattina

Passate la giornata alla Fondation Louis Vuitton, aperta nel 2014. Situato nel bellissimo Bois de Boulogne, la fondazione espone opere d’arte contemporanea (proveniente dalla collezione di Arnault capo gruppo di LVMH). 

Pomeriggio

Prendete la metro ed andate a la Campagne à Paris. Un fazzoletto di case costruite ad inizio ‘900 ed ancora sconosciuto ai più. Una vera e propria chicca da non perdere! 

Proseguite il pomeriggio andando a visitare Belleville, la little Italy francese. E proprio qui c’è il famoso Cimitero di Père Lachaise

Sera

Passate la serata a Belleville, dove sarete finalmente fuggiti dalle note trappole per turisti. 

Vacanza a Parigi: sesto giorno

Mattina

In mattinata, potete fare un salto al futuristico quartiere della Défense. Il quartiere della finanza di Parigi ospita numerosi  grattacieli ed imponenti opere moderne. Se siete amanti della fotografia dovete assolutamente andarci.

Pomeriggio

Dedicate il pomeriggio alle cose che non siete riuscite a vedere oppure ad alcuni musei (come il museo Picasso o il museo di Dalì) oppure vagate per la città, pronti a dirgli arrivederci.

Sera

Tornate nel bistrot o locale che più avete amato. Oppure fatevi un giro sulla Senna con una delle tante mini crociere (che un po’ odiamo, ma magari a voi piacciono)!

I nostri suggerimenti sono finiti. Speriamo di avervi dato tutte le informazioni necessarie per la vostra vacanza a Parigi! Siamo sicuri che la ville lumière saprà affascinarvi e conquistarvi.

Condividi il post!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

2 risposte

  1. Mamma mia, che voglia di partire! Come recita il titolo di un romanzo, ‘Parigi è sempre una buona idea’! Proponete 6 giorni per visitare Parigi..mamma mia, io ci sono stata solo due giorni… è decisamente necessario un approfondimento!

    1. Siamo d’accordo con te, Parigi merita più di una visita. Per questo che abbiamo deciso di fornire quante più indicazioni e spunti in questo articolo.
      Non rimane che acquistare un biglietto per la bella ville lumière e partire, che sia o meno la prima volta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Stats Blog
0
Visualizzazioni
0 k
Impressions
0 %
CTR media
0
Utenti
0 %
Ricerca organica
Stats Instagram
0
Followers
0 k
Impressions
0 %
Engagement

* periodo Maggio 2020

Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per assicurarti la migliore esperienza nel sito e per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per saperne di più ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Privacy & Cookie Policy.