Seguici su InstagramSeguici su FacebookSeguici su Pinterest

Viaggiare in treno negli USA: consigli per l’uso

A luglio 2022 abbiamo intrapreso un lungo viaggio negli Stati Uniti D’America, focalizzandoci prettamente sugli Stati Uniti orientali. Abbiamo visitato gli stati di New York, l’Illinois, il Tennessee, la Louisiana, l’Alabama, la Georgia, il South Carolina, il District of Columbia e la Pennsylvania, spostandoci quasi esclusivamente in treno. Ma com’è viaggiare in treno negli USA? Te lo raccontiamo noi in questo articolo.

Breve storia della ferrovia degli Stati Uniti d’America

La storia della ferrovia degli Stati Uniti è lunga e, forse, anche un po’ travagliata. Questo perché, al contrario dell’Europa, la ferrovia statunitense ha conosciuto un forte declino a partire dagli anni 60. Ma procediamo con ordine…

La storia dei treni negli Stati Uniti risale al XIX secolo e abbracciando diversi periodi di trasformazione e sviluppo. Le prime ferrovie negli Stati Uniti furono costruite nei primi anni del XIX secolo. Infatti, nel 1827 viene inaugurata la Baltimore and Ohio Railroad (B&O), considerata la prima ferrovia commerciale negli Stati Uniti. Fino agli 50 dell’Ottocento, le ferrovie si diffusero rapidamente. Si riteneva che il treno fosse il mezzo perfetto e più efficiente per collegare la costa atlantica a quella pacifica. La Pacific Railroad Act del 1862 incentivò la costruzione del First Transcontinental Railroad, completato nel 1869.

È alla fine della guerra civile che le ferrovie conoscono un boom, diventando il principale mezzo di trasporto per merci e persone. La crescita della ferrovia continua fino agli anni 60. Proprio in quella decade, la società americana stava per conoscere un nuovo alleato incredibile: l’automobile (ma anche l’aviazione). Proprio per queste due innovazioni, il trasporto ferroviaro dei passeggeri iniziò a crollare. Gli americani hanno da subito iniziato a preferire l’aereo – decisamente più efficiente per percorrere le distanze enormi del paese.

Nel 1971, il governo federale istituì l’Amtrak per consolidare i servizi passeggeri sotto un’unica autorità. Ultimamente, viaggiare in treno negli USA sta conoscendo una rinascita, in parte legato ad una maggiore consapevolezza ambientale ed una filosofia del viaggio più slow. Infatti, viaggiando con AMTRAK avrai accesso ad una multitudine di panorami visibili solo a bordo di un treno.

Viaggiare in treno negli USA con AMTRAK

Prima di iniziare a viaggiare in treno negli USA, devi capire che qui si ragiona per rotta da percorrere e non solo da ”devo andare da X ed arrivare a Y”. Cerca quindi la tratta che più ti ispira tra quelli proposti da Amtrak. Sappi anche che l’alta velocità è presente solo in alcuni stati del nord-est e sii pronto a goderti un tipo di viaggio davvero slow. Ma bando alle ciance, ecco quali sono le tratte proposte da Amtrak:

Noi abbiamo preso quattro treni: Lake Shore Limited (da New York a Chicago), City of New Orleans (da Chicago a New Orleans), Silver Service/ Palmetto (da Savannah a Washington) e Northeast Regional (da Washington a New York). E di questi 4 treni ti parleremo nel prossimo paragrafo.

Viaggiare in treno 
negli Stati Uniti
Viaggiare in treno negli Stati Uniti: una stazione in Indiana
Viaggiare in treno negli USA
Viaggiare in treno negli USA: la carrozza panoramica del City of New Orleans

Com’è viaggiare in treno negli USA? La nostra esperienza

Viaggiare in treno negli USA – Lake Shore Limited

Il Lake Shore Limited è stata la nostra prima esperienza di viaggio in treno negli Stati Uniti con Amtrak. Il treno è partito in pieno pomeriggio da New York per arrivare la mattina del giorno seguente a Chicago.

Premessa generica sui treni amtrak

Al contrario dei nostri treni europei, il prezzo delle cuccette è decisamente spropositato (si parla di cifre che sono circa 10 volte tanto il prezzo della poltrona) e quindi sono pochi ad acquistarle. Anche noi abbiamo optato per la soluzione più economica, ovvero i sedili normali in carrozza. La buona notizia è che i sedili sono davvero ampi (quando in posizione estesa sono quasi dei lettini) e c’è tantissimo spazio per le gambe. Insomma, niente a che vedere con i nostri sedili striminziti. Ogni sedile è dotato di un paio di prese dove poter caricare i propri dispositivi tecnologici. C’è anche il wifi ma, prima similitudine, quello non funziona mai.

Ogni treno ha la carrozza ristoro dove poter acquistare cibi confenzionati, snack e bibite e mangiare al tavolo (come in un ristorante sulle ruote). Non dimenticheremo mai la nostra colazione in Indiana a bordo del treno! Il cibo non è di grandissima qualità, quindi ti consigliamo di portare qualcosa da fuori preso prima della partenza.

Fine premessa generica sui treni amtrak

Il Lake Shore Limited si chiama così proprio perché attraverso la Finger Lakes Region: ovvero il Lago Michigan, la Mohawk River ed il Lago Erie. Lungo quest’ultimo, abbiamo avuto la fortuna di vedere con un’alba rossissima. Il treno passa attraverso lo Stato di New York, Pennsylvania, Ohio, Indiana e Illinois.

viaggiare in treno negli Stati Uniti
Viaggiare in treno negli USA: il percorso del Lake Shore Limited

Già da quando si parte da New York si sa che l’acqua ti farà compagnia per un bel po’. Il treno infatti percorre buona parte del fiume Hudson. Si arriva poi a Poughkeepsie ed in poco si arriva ad Albany, la capitale dello Stato di New York. Qui il treno fa circa 45 minuti di sosta, permettendoci di andare in una breve esplorazione nei dintorni. Torniamo a bordo con un susseguirsi di città dal nome familiare: Amsterdam, Roma e Verona. Nel cuore della notte, intorno alle 2, arriviamo in Pennsylvania. Mentre alle 5 di mattina siamo già in Ohio pronti per l’alba.

La colazione si fa con calma in Indiana dove cominciano a salire tanti membri della comunità Amish. Gli Amish usufruiscono molto del treno, visto che a loro è vietato spostarsi in aereo. Proprio per questo li incontrerai facilmente sul Lake Shore Limited. Dopo 20 ore di treno, arriviamo finalmente a Chicago.

Viaggiare in treno negli USA – City of New Orleans

L’iconico City of New Orleans – detto anche il treno della musicaè l’unico treno, tra quelli che abbiamo preso, ad avere la carrozza panoramica.

Abbiamo spezzato il City of New Orleans in due, con una tappa intermedia a Memphis. Il City of New Orleans attraversa l’Illinois, il Kentucky, il Tennessee, il Mississipi e la Louisiana. Inutile dirti, ma siamo anni luce distanti dal panorama che abbiamo osservato sul Lake Shore District. Inoltre questo treno ha la fame di essere spesso in ritardo. Anche nel nostro caso, abbiamo subito lunghi ritardi (2 ore tra Chicago e Memphis e 7 ore tra Memphis e New Orleans). Detto questo, il viaggio vale senza dubbio l’attesa.

A questo giro, abbiamo beccato una bellissima alba in Kentucky sul fiume Ohio, affluente dell’imponentissimi fiume Mississippi. Il treno ferma spesso in piena campagna, in contesti molto rurali ed in campi infiniti di mais.

Viaggiare in treno negli USA
Viaggiare in treno negli USA sul City of New Orleans

Ti consigliamo di passare tutte le ore diurne nella carrozza panoramica, dove puoi godere di una vista a 360 gradi del paesaggio che il treno sta attraversando. Un modo davvero privilegiato per visitare la natura rigogliosa dello stato del Mississippi.

Colazione sul Palmetto
Colazione sul treno Palmetto, da Savannah a Charleston
Viaggiare in treno negli USA
Uscendo alla stazione di Philadelphia – treno Northeast Regional

Viaggiare in treno negli USA – Palmetto

Anche il Palmetto lo abbiamo preso in due tranches: da Savannah fino a Charleston e da Charleston fino a Washington. Il Palmetto attraversa quasi tutta la costa est, da Sud a Nord. Parte dalla Florida e passa per la Georgia, il Sud Carolina, il Nord Carolina, DC, Maryland, Pennsylvania, New Jersey e New York.

Treni Stati Uniti
Treni Stati Uniti: Palmetto

La tratta tra Savannah e Charleston è stata piuttosto breve, ma ci ha permesso di godere pienamente delle bellezze del sud come lo Stone River County Park, un posto di una bellezza stravolgente. Nel tratto fino a Washington si attraversa la Virginia, che tra fiumi e laghi ti regala paesaggi unici, come quello che si trova a Templeton o la James River di Richmond. Insomma, impossibile rimanere senza gli occhi incollati al finestrino!

Viaggiare in treno negli USA – Northeast Regional

Il Northeast Regional è l’ultimo treno che abbiamo preso, preannunciando la fine del nostro giro di un mese negli Stati Uniti orientali. Anche qui, abbiamo fatto una tappa intermedia tra Washington e New York, fermandoci a Philadelphia.

Detto fra noi, il Northeast Regional non è il più emozionante tra i treni presi negli Stati Uniti d’America. Nonostante questo, è l’unico treno che ha l’alta velocità, dimostrando, ancora una volta, il potere economico del nord-est e di come gli Stati Uniti siano eterogenei.

Dopo essere passati a Baltimora, nel Maryland, e prima di arrivare a Philadelphia si susseguono tantissimi fiumi enormi: il Gunpowder River, il Bush River ed il Susquehanna River (tutti nel Maryland).

Viaggiare in treno negli USA
Viaggiare in treno negli USA: Northeast Regional

Una volta arrivati in Pennsylvania, si arriva quasi subito nello Stato del New Jersey.

È in quel momento che inizia a salire la malinconia: il viaggio sta per finire ed in men che non si dica siamo nuovamente a New York. Ed eccoci arrivati nella città che non dorme mai, dopo 6.000 km, di cui 5.000 in treno grazie ad Amtrak che ci ha accompagnati in questo tour emozionante e che consigliamo a chiunque abbia piacere a vivere un viaggio sui binari.

Hesitant Explorers

  • Che proposta interessante! Non avevo mai pensato al treno come possibilità per viaggiare negli Stati Uniti…deve essere stato bello

    • A
      Hesitant Explorers

      Davvero molto bello, una prospettiva diversa per vedere gli USA.

  • Wow! Che viaggio pazzesco che deve essere stato questo negli USA. Ho fatto pochi viaggi con i treni o i mezzi pubblici ma mi erano piaciuti molto. Quindi questa vostra proposta è davvero interessante!

    • A
      Hesitant Explorers

      Grazie Fabio! Sicuramente un modo diverso per visitare questo paese.

Lascia il tuo commento