Viaggio in Romania: Bucarest, Transilvania e Timisoara

Indice

Condividi il post!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

Nel nostro ultimo post (lo trovi qui), abbiamo approfondito le soluzioni a disposizione per muoversi in Romania e quali sono, a nostro avviso, i mezzi di trasporto consigliati per un viaggio in Romania. Nel nostro caso, questo paese è rientrato all’interno del #Balkanstour2018, il tour dei Balcani. Se siete curiosi, ad esempio su come organizzare un itinerario simile, quali sono i paesi che abbiamo inserito e tanto altro, trovate tutte le informazioni qui.

Viaggio in Romania: cosa vedere?

In cinque giorni e quattro notti abbiamo visitato cinque diverse mete in Romania, tra cui: Bucarest, tre realtà in Transilvania e Timisoara. Senza dubbio il tempo passato in questo paese è poco rispetto alle opportunità che offre. Ad esempio, non ci siamo fermati a Sighisoara, ai numerosi castelli (tra cui il Castello di Peles) oppure non abbiamo fatto un salto sulla costa rumena (Costanza, tra le tante).

Purtroppo, essendo un tour di nove paesi balcanici, diventa difficile inserire tutte le possibili mete più belle di ogni paese. (Tra quelli che, finora, abbiamo visitato c’è la Bulgaria di cui abbiamo parlato in tre diversi post su info utili, dormire e mangiare e cosa vedere).

Ad ogni modo, di seguito abbiamo voluto raccontare le nostre impressioni sulla parte di viaggio in Romania, a partire dalla capitale Bucarest.

Bucarest

Bucarest è la capitale della Romania e, generalmente, viene considerata la “piccola Parigi” per il ricco patrimonio artistico e culturale risalente al periodo tra le due guerre mondiali. Musei, monumenti storici e chiese sono tutti quanti incastonati all’interno di una città dai mille volti. 

Palazzo Bucarest Romania

Nel nostro piccolo, le poche ore a disposizione per visitarla ci hanno portato a fare due passi per Calea Victorei, il corso principale di Bucarest, il quale unisce le diverse anime della capitale rumena. Da Piazza della Rivoluzione, al Palazzo Reale, passando per l’Ateneo Romeno, siamo arrivati al Palazzo del Parlamento, il secondo complesso più grande al mondo dopo il Pentagono ed ex sede del presidente Nicolae Ceausescu.

Una nota a margine merita la zona della città vecchia, chiamata “Lipscani“. Con i suoi mille locali e punti di ritrovo, edifici di epoche diverse e strade per lo più pedonali, è uno dei quartieri più vivi dell’intera Bucarest. Inoltre, qui potete scoprire dove mangiare a Bucarest.

Transilvania

La Transilvania è la meta turistica per eccellenza della Romania. Dopo la prima notte a Bucarest, abbiamo preso un treno che attraversa paesaggi montani molto scenografici e siamo arrivati a Brasov, uno dei punti chiave della Transilvania. Infatti, Brasov è la città ideale per iniziare ad esplorare la Transilvania. In particolare, il centro di Brasov è un piccolo gioiellino dove potrete perdervi fra mille viuzze colorate.

Da Brasov, abbiamo speso qualche ora al Castello di Bran, famoso in tutto come dimora del Conte Dracula. Ad agosto, il castello è preso d’assalto dai turisti e la zona diventa un mercatino a cielo aperto con gadget di ogni tipo. Per entrare al castello è necessario acquistare un biglietto all’ingresso. Nel nostro caso, non abbiamo trovato molta coda (circa 10-15 minuti). All’interno, il tour si svolge in maniera disordinata lasciando al visitatore la libertà di ammirare le diverse stanze e la vista delle vicine vallate.

Infine, durante il viaggio verso Timisoara, ci siamo fermati una mezza giornata a Sibiu. La città risale al 1190 ed è stata fondata dai Sassoni. 

Viaggio in Romania

Viene considerata una delle città più belle della Romania grazie al suo particolare patrimonio architettonico. Sibiu si sviluppa su più livelli: esistono, infatti, una città alta e una città bassa collegate dal Ponte delle Bugie (il primo ponte in ferro battuto del paese).

Timisoara

La città di Timisoara merita un paragrafo a parte. Chiamata la “piccola Venezia” o “Città giardino”, Timisoara è una città molto vivace con numerosi bar e ristoranti. Siamo rimasti affascinati dal centro storico pedonale che unisce Piazza della Vittoria (con la Cattedrale Metropolitana Ortodossa Rumena) e Piazza dell’Unità. Quest’ultima ospita alcuni degli imperdibili monumenti e luoghi di interesse di Timisoara.

Condividi il post!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

Una risposta

  1. Mi è molto piaciuta la Romania. Ho fatto un giro simile al vostro qualche anno fa. Avendo l’auto a noleggio abbiamo visitato anche Peles e Sigisohara… però mi manca Timisoara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Stats Blog
0
Visualizzazioni
0 k
Impressions
0 %
CTR media
0
Utenti
0 %
Ricerca organica
Stats Instagram
0
Followers
0 k
Impressions
0 %
Engagement

* periodo Maggio 2020

Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per assicurarti la migliore esperienza nel sito e per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per saperne di più ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Privacy & Cookie Policy.