Viaggio nei Balcani, istruzioni per l’uso

Indice

Condividi il post!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

Dopo essere stati titubanti per un bel po’ di tempo (Islanda? Indonesia? Stati Uniti?), eccoci in procinto di partire per un viaggio nei Balcani! Si parte domani (2 agosto 2018) per Sofia senza sapere quando si torna. L’obiettivo è raggiungere l’Italia via terra (senza macchina, solo con treni, autobus, navi e aerei) passando per Bulgaria, Romania, Serbia, Kosovo, Albania, Montenegro, Bosnia-Herzegovina, Croazia e Slovenia.

Il viaggio è durato 23 giorni. Qui, intanto potete trovare la mappa aggiornata e seguire l’itinerario che seguiremo per il nostro viaggio nei Balcani

Prima di partire: come si organizza un viaggio nei Balcani

Prima di tutto dovete essere pronti a partire adattandovi. Non ci sono guide per un viaggio nei Balcani da seguire (fino a qualche tempo fa’, la Lonely Planet ne pubblicava una sui Balcani occidentali ma è stata ritirata dal commercio) e quindi dovrete cercarvi molte informazioni online.

Non vi preoccupate però! Man mano che viaggeremo, infatti, avremo cura di aggiornare il nostro blog dando una panoramica di tutti i paesi che andremo a visitare, così da potervi fornire il maggior numero di informazioni possibili per il vostro futuro viaggio nei Balcani. Intanto qui potete trovarvi la cassetta per organizzare il vostro viaggio.

Viaggio nei Balcani: quali step intraprendere

1. Scegliere dove andare

Per iniziare un’esperienza come il viaggio nei Balcani, la prima cosa da fare è decidere cosa vedere. A nostro avviso, la domanda che dovreste porvi per capire quanto in là spingersi è “quanto tempo ho/abbiamo a disposizione?”

E’ improbabile riuscire a visitare tutti i Balcani in una settimana o in una decina di giorni. Probabilmente, online troverete decine di articoli o commenti di persone che sono riuscite nell’impresa. Nulla da dire al riguardo. Solamente, cosa effettivamente vi portate a casa oltre ad una miriade di trasferimenti da un paese all’altro? Poco o niente. A questo punto, quindi, il fattore tempo diventa determinante per organizzare un viaggio nei Balcani  che vi permetta di viaggiare con serenità, visitando posti stupendi senza aver timore di perdere l’ultima corsa. Noi però, possiamo aiutarvi con questo articolo sulle top 10 attività da fare nei Balcani.

In ogni caso, per avere le idee un po’ più chiare sui paesi da visitare, potete trovare tutte le informazioni sul nostro blog. Ecco qui i link per approfondire le mete da inserire nel vostro viaggio nei Balcani!

Restano fuori la Macedonia, la Turchia, che contiamo di visitare presto, e la Grecia!

Hesitant Explorers Flixbus viaggio nei Balcani

2. Scegliere come spostarsi

Ovviamente ci si può spostare in vari modi. La scelta sul mezzo di trasporto è altamente correlata dal punto di partenza. Nel nostro viaggio nei Balcani, partendo da Sofia abbiamo deciso andare a ritroso verso l’Italia.

Partendo dall’Italia per visitare solo la parte dei Balcani occidentali, si può partire in macchina (via terra o via traghetto). In questo caso, sarete più liberi negli spostamenti (soprattutto per gli alloggi) ma un po’ più limitati nelle tappe da inserire (tornare in macchina da Istanbul o da Sofia potrebbe risultare alquanto lungo).

Se invece decidete di utilizzare l’aereo per il vostro viaggio nei Balcani, potete pensare di spostarvi con altri mezzi (autobus, treni, traghetti, ecc). Perderete una parte della vostra libertà ma, d’altra parte, avrete l’opportunità di affrontare viaggi più lunghi. Se deciderete, come noi, di spostarvi in quest’ultimo modo, preventivate un paio di giorni extra (alcune corse potrebbero saltare, potreste trovare molta fila alle frontiere). Non conviene fare un pass Interrail perché, purtroppo, in alcuni paesi le ferrovie non sono sviluppate.

Qui alcuni link utili per organizzare gli spostamenti

FlixBus è un ottimo mezzo per visitare la Slovenia, la Croazia, la Bulgaria, la Romania, la Serbia, il Montenegro e la Bosnia-Herzegovina.

Balkan Viator, è un ottimo servizio che trova collegamenti (via autobus o taxi collettivi) per le città più remote (come il Kosovo e l’Albania).

Go Euro, un aggregatore di servizi che cerca treni, autobus e voli disponibili per collegarti da un punto ad un altro. Discreto per un viaggio nei Balcani.

Rome2Rio, un altro aggregatore simile a Go Euro.

GetByBus, molto utilizzato in alcuni paesi balcanici per gli spostamenti in autobus.

Una volta scelto l’itinerario (e capito come spostarvi), vi consigliamo di creare una mappa su Google Maps. Non solo è bella da vedere, ma vi aiuterà a tenere il conto dei posti che andrete a visitare. Crearla è facile, veloce e gratuito. Vi aiuterà tantissimo anche in caso di piccole modifiche all’itinerario durante il viaggio nei Balcani.

3. Scegliere dove dormire

Siamo due grandi amanti di AirBnB, lo confessiamo! Non solo perché si ha la possibilità di conoscere gente del posto, ma perché è la giusta via di mezzo fra un albergo ed il couchsurfing/ostello/campeggio. In ogni caso, se scegliete di fare un lungo viaggio nei Balcani, vi consigliamo di prenotare sul posto o giorno per giorno. Non solo perché sarete assaltati non appena arrivati alla stazione degli autobus o nei porti (troverete tanti che vi inviteranno a dormire a casa loro per circa 10 Euro), ma anche perché così non rischierete di pagare una notte a vuoto.

Dormire a Sofia Vista Palazzi

Quanto costa un viaggio nei Balcani?

E qui c’è una piccola nota dolente. Non ci sono solamente le frontiere ma anche valute diverse per ogni paese (o quasi). Quello che vi consigliamo è di prelevare tramite carta prepagata (ha commissioni più basse del Bancomat o della carta di credito plafonata) così da evitare eccessivi costi relativi al tasso di cambio.

Valute e cambio in Euro

  • Bulgaria: Lev bulgaro 1€= 1,96 lev bulgaro
  • Romania: Leu romeno 1€=4,66 leu romeno
  • Serbia: Dinaro Serbo 1€=118,01 dinaro serbo
  • Kosovo: euro
  • Albania: lek albanese 1€=125,91 lek albanese
  • Montenegro: euro
  • Croazia: kuna croata 1€=7,40 kuna croata
  • Bosnia Erzegovina: marco bosniaco 1€=1,96 marco bosniaco
  • Slovenia: euro
  • Grecia: euro
  • Macedonia: dinaro macedone 1€=61,5 dinaro macedone
  • Turchia: lira turca 1€=5,73 lire turche

I Balcani non hanno costi eccessivi. Ovviamente dipenderà tutto da voi e dal tipo di vacanza che vorrete affrontare. Qui sotto potete trovare le infografiche con le statistiche sul nostro viaggio nei Balcani. Per il resoconto completo delle spese, ne abbiamo parlato in un altro articolo.

Cosa portarsi nello zaino?

È una domanda che ci fanno spesso, ma anche qui dipende da voi (sia da quanto siete freddolosi che dalle zone che andrete a visitare). In estate, non possono mancare un costume ed un maglione leggero (soprattutto se passerete per le montagne).

Condividi il post!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Stats Blog
0
Visualizzazioni
0 k
Impressions
0 %
CTR media
0
Utenti
0 %
Ricerca organica
Stats Instagram
0
Followers
0 k
Impressions
0 %
Engagement

* periodo Luglio 2020

Consigliati

Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per assicurarti la migliore esperienza nel sito e per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per saperne di più ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Privacy & Cookie Policy.